Incidenti d’auto, le donne sono meno pericolose degli uomini

4051-donne-al-volante«Donna al volante, pericolo costante»? Questo detto sembra essere smentito dai dati che la compagnia di assicurazioni Direct Line ha raccolto e pubblicato. In Italia, stando a questa ricerca, le donne sarebbero molto meno pericolose degli uomini. 
Il 60% delle automobiliste non è mai rimasto coinvolto in incidenti. Questo è il primo dato che sorprende e fa riflettere, dal momento che per quanto riguarda gli uomini la tendenza è invertita.  L’indagine poi prosegue anche sulla responsabilità dei sinistri: solo il 7% degli intervistati ha ammesso di aver provocato un incidente, mentre il 36% incolpa gli altri automobilisti coinvolti. Chi invece ammette di aver causato un’incidente almeno la metà delle volte è il 35%, mentre il 23% parla di concorso di colpa.  Interessante anche la diversificazione anagrafica e geografica degli incidenti. I guidatori tra i 18 e i 24 anni, per inesperienza e poca attenzione, risultano essere i più pericolosi, mentre la fascia d’età più virtuosa è quella compresa tra i 35 e i 44 anni. Per quanto riguarda invece le varie province d’Italia, il titolo di ‘automobilisti più virtuosi’ va ai veronesi (il 73% di loro ha dichiarato di non essere mai rimasto coinvolto in un incidente), seguiti poi in classifica da romani, fiorentini e cagliaritani (46%). Gli automobilisti peggiori, invece, sono i bolognesi e i bresciani: tra loro, un buon 7% ha superato i cinque incidenti d’auto all’anno. Leggermente meglio, ma è una magra consolazione, i milanesi: il 66% di loro ha raggiunto, pur senza superare, il limite dei cinque sinistri annuali.