Festival di Sanremo, Madalina Ghenea incanta l’Ariston con sexy scollature

Chiamata a svolgere uno dei ruoli classici del festival – la bellona – Madalina Ghenea non ha deluso. E ha fatto quello che le è stato chiesto: la bellona. Con i suoi splendidi abiti sempre scollatissimi, l’attrice romena 27enne ha incantato il palco dell’Ariston e il pubblico davanti alla tv.

Sanremo Music Festival 2016

Il picco di ascolti del Festival, pari a 13 milioni 846 mila telespettatori, è stato raggiunto proprio quando Carlo Conti dialogava con l’attrice prima dell’ingresso sul palco della coppia Caccamo-Iurato, sabato alle 21.10. All’1.16, durante la lettura della classifica dei Big, invece il picco di share, pari al 60.7%.

Sanremo Music Festival 2016

Dopo il Festival, il prossimo impegno per l’attrice lanciata da Paolo Sorrentino in Youth «è un viaggio ad Haiti: lavoro per un’associazione che si prende cura dei bambini, andrò lì, vedrò i miei bambini e una bimba che sto provando ad adottare».

© Daniele Stanisci ag. Toiati 66° Festival di Sanremo Quinta e ultima Serata

«Amo il cinema e voglio fare l’attrice per sempre, lavorare in Italia e all’estero. Fare l’attrice vuol dire vivere, avere una vita piena di esperienze, pianti, felicità emozione», ha detto. «Ma ho imparato tantissimo da questa esperienza a Sanremo».

Sanremo, Virginia-Belen entra vestita da suora. Poi lo strip mozzafiato

Nella serata dedicata ai giovani, a rubare il palcoscenico del venerdì è Virginia Raffaele che entra vestita da suora. Ma nel ruolo di Belen Rodriguez. Inevitabile la domanda di Carlo Conti. «ma come ti sei vestita?». «Volevo fare una sorpresa … potevo entrare mezza nuda, ma l’ho già fatto. Allora ho pensato di vestirmi da suora, così per regalare un sogno per Carnevale».«Ma Carnevale è già finito».

© Daniele Stanisci ag. Toiati 66° Festival di Sanremo Quarta Serata

A quel punto Virginia Raffaele-Belen si è tolta il vestito da suora e ha scoperto un mini abito vertiginoso. Dopo qualche battuta sulla mancanza di scandali, alla domanda: «qual è il tuo rapporto con Sanremo» ha risposto: «scusa ma questo è gossip, non ho mai avuto rapporti con Sanremo» che poi ha definito «un luogo molto comodo, perchè ci sono migliaia di paparazzi e non c’è bisogno di chiamarli». E per chiudere: «Che eccellenza sono? L’eccellenza di ‘sto palco».

Il paparazzo a mano. Belen-Raffaele ha inventato il paparazzo a mano. Entrata in scena con un voluminoso trolley, ha fatto uscire dal valigione un contorsionista di statura ridotta. «Sai, Carlo, ho avuto uno shock terribile: sono arrivata all’aeroporto di Los Angeles e non ho trovato neanche un paparazzo a fotografarmi, quindi ora me lo porto dietro». Poi ha dato al presentatore del festival una lezione di foto rubata.

Garko senza scala. Garko rimane senza scala. Per il suo ingresso in scena è stata preparata una gag per cui la scala della scenografia è rimasta bloccata e per entrare sul palco l’attore ha dovuto usare una comune scala da lavoro.

Premio Assomusica. Dopo aver ricevuto il «Premio AFI 2016» per i successi artistici raggiunti in quest’ultimo anno, Chiara Dello Iacovo si è aggiudicata la vittoria del «Premio Assomusica – migliore esibizione Live – categoria Sanremo Giovani 2016», conferito dall’Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo. Inoltre, la cantautrice astigiana è la prima cantante donna a debuttare ufficialmente nella Nazionale Italiana Cantanti. È uscito anche il suo album d’esordio Appena Sveglia, che contiene il brano che ha portato al festival tra le Nuove Proposte Introverso.

Chiuso il caso Miele, sul palco solo ospite. La giovane siciliana accetta il responso, sono qui per cantare – Niente gara per Miele. La cantautrice siciliana delle Nuove Proposte, rimasta fuori dalla finale di Sanremo dopo la ripetizione del voto in sala stampa, sale stasera sul palco dell’Ariston per proporre la sua ‘Mentre ti parlo’ semplicemente in qualità di ospite. La direzione di Rai1 e la direzione artistica del festival hanno respinto la sua richiesta di riammissione, perché fare spazio al quinto concorrente in deroga al regolamento, che prevede l’ultima sfida a quattro, avrebbe messo in discussione la validità del secondo voto (favorevole a Francesco Gabbani), ritenuto regolare a tutti gli effetti.

“Quando si partecipa a una gara ci sono regole che vanno rispettate”, ha spiegato in mattinata Carlo Conti, che pure giovedì sera, nei momenti frenetici del ribaltamento del verdetto, aveva subito invitato Miele a partecipare alla serata e a interpretare il suo brano. “Sono venuta qui per cantare, al di là della competizione: ringrazio Conti per la sua umanità e accetto l’invito”, è stata la risposta di Miele, 26 anni, di Caltanissetta, già prima tra i Giovani su iTunes per gli album venduti. Pace fatta, dunque, e nessuna vertenza in vista nei confronti dell’organizzazione del festival e di Rai1: e il direttore Giancarlo Leone twitta prontamente la foto del cd ‘Occhi’ avuto in regalo dall’artista.

La Rai chiude così il caso scoppiato in sala stampa, legato a un’anomalia tecnica che ha impedito alla maggior parte dei cronisti accreditati di esprimere correttamente la loro preferenze. “Non era stato raccolto il voto di oltre l’80% dei giornalisti”, ha spiegato Leone. “A fronte di una media di 125 voti, su 144 accreditati, nel caso del guasto tecnico i voti registrati sono stati 25. Un numero esiguo e non sufficientemente rappresentativo”. Di qui la necessità di ripetere la votazione. Si sgonfia, intanto, anche il giallo sui motivi del ‘black out’: dopo le prime verifiche della polizia postale sulla possibilità che sia stato dovuto a interferenze elettromagnetiche, si fa strada l’ipotesi che si sia trattato di un calo di tensione. Chi resta sul piede di guerra, comunque, è il Codacons, che ha inviato un esposto all’Agcom sul caso perché verifichi “eventuali violazioni dei regolamenti e delle norme vigenti” e chiede alla Rai di “restituire agli utenti i soldi spesi per il televoto relativo alle giovani proposte che si sono esibite ieri”.

 

Ghenea super sexy, dietro c’è la mano di Conti

Esplode finalmente la femminilità di Madalina Ghenea durante la terza serata del Festival di Sanremo, incuso il fuoriprogramma hot.
Dopo Alberta Ferretti e Zuhair Murad, la showgirl romena ha indossato tre creazioni Vionnet, molto diverse tra loro e tutte efficaci sul suo fisico statuario.

Madalina-Ghenea-Sanremo-2016-terza-serata-abito-Vionnet-rosso-7 (1)

Esordio con frange, con un abito dal ricamo “Iceberg Fringe” con tagli in sbieco e sandali argentati René Caovilla. Chiusura con un vestito articolato in georgette e organza, con doppio drappeggio sul bustino e gonna trasparente.La stoffa plissè si adagia sulle curve, accarezzando ed evidenziando.
Il pubblico applaude, i fotografi si soffermano tra le fessure del corpetto, ma è Carlo Conti che le dà il “tocco”.

Madalina-Ghenea-Sanremo-2016-terza-serata-abito-Vionnet-rossoLa regia non inquadra ma l’ovazione in sala è fortissima e dopo l’esibizione dell’artista di turno, il presentatore, giustificandosi, spiega l’arcano. Involontariamente, nell’accompagnarla dietro le quinte, Carlo le pone una mano sul fianco. Ma per non sfiorarle la pelle nuda, ha l’accortezza di posare la mano leggermente più in basso, cioè sul gluteo. Gli obiettivi ne sono testimoni e forse la sera Carlo Conti avrà dato qualche altra spiegazione aggiuntiva a sua moglie.

E’ Marica la nuova Più Bella Cosa di Eros

Fanno battere i cuori le parole scritte da Eros Ramazzotti su Instagram dopo la sua partecipazione alla seconda serata del Festival di Sanremo: “Il nostro amore è fantastico e fa sognare. E’ vita. Ti amo mamma dei miei amori”, scrive la star insieme alla foto del dolce bacio scambiato con la moglie Marica Pellegrinelli durante la sua performance.

marica-pellegrinelli-sanremo-2016-3

Eros Ramazzotti ha intrattenuto il pubblico con un medley dei suoi più grandi successi, da Terra Promessa ad Adesso tu. L’ospite d’eccezione ha fatto fatica a distogliere lo sguardo innamorato da Marica, che applaudiva e cantava emozionata in prima fila sulle note di Più Bella Cosa. E poco importa che l’abbia scritta per Michelle Hunziker, l’amore cambia, evolve e si ripresenta a sorpresa.
Mamma di Raffaela Maria e Gabrio Tullio, Marica Pellegrinelli era stupenda in un lungo abito nero Atelier Versace, tutto reti e trasparenze.
Bella più di Irina Shayk che l’ha indossato in sfilata e così luminosa da far impallidire anche Madalina Ghenea.
Potere dell’amore che fa risplendere, sottolineato anche con un paio di romantici orecchini a forma di cuore.

C’è Sanremo? Penelope Cruz canta in italiano

“Dimmi ca mi vuoi bene, come io voglio bene a te!“. Strano effetto ascoltare la famosa frase della canzone di Modugno canticchiata da una sensuale Penelope Cruz.

Penelope-Cruz-spot-Carpisa-borsa-Exille

La voce è calda e suadente e la “S” scandita tradisce la cadenza spagnola rendendo questa versione originale ed accattivante.“Dimmi ca mi vuoi bene, come io voglio bene a te!“. Strano effetto ascoltare la famosa frase della canzone di Modugno canticchiata da una sensuale Penelope Cruz. La voce è calda e suadente e la “S” scandita tradisce la cadenza spagnola rendendo questa versione originale ed accattivante.

Sanremo, Arisa col golfino da nonna e la calza contenitiva della Pausini: ecco i look peggiori

Ogni anno che parte il Festival di Sanremo e ci troviamo a guardare i look della serata, la domanda che tutti ci poniamo è: vai in Eurovisione in prima serata con tutti gli occhi puntati addosso e non cerchi di accaparrarti il vestito migliore o almeno quello che ti dona di più?
Ecco questa domanda, quest’anno, andrebbe fatta a molti dei cantanti che si sono esibiti in gara.

1542392_pausinilook

Una su tutte Arisa che già l’anno scorso da valletta del Festival non ne azzeccò una in fatto di abiti e quest’anno che torna da cantante va pure peggio. Cosa si era messa addosso ieri sera? Non ha avuto tempo di vestirsi? Sembrava una appena sveglia che si era infilata il golfino della nonna sopra la camicia da notte sexy. Si salvavano solo le scarpe. Non va meglio con Laura Pausini.

Festival della Canzone Italiana, Prima Serata

La regina della musica italiana toppa clamorosamente sul look: un mix tra Michael Jackson (vedi giacca stile militare) e Belen con l’abito da sera multicolor. E vogliamo parlare di ciò che spunta dallo spacco? Non sarà mica una guaina contenitiva quella? Beh, anche se fosse, Laura siamo tutte solidali con te. Deborah Iurato, in coppia con Giovanni Caccamo, forse pecca di inesperienza. Perché con quel vestito della melanzana non ha solo il colore. Purtroppo ricorda anche la forma.
Non resta immune dalle critiche nemmeno la meravigliosa valletta Madalinea Ghenea, il suo abito da sera animalier fa venire voglia di correre subito al circo.
E stasera con cosa ci sorprenderanno? Staremo a vedere.