Caitlyn Jenner combatte “Per ogni vittoria”

Caitlyn Jenner presta il suo volto e la sua storia per la campagna H&M Sport “Per ogni vittoria”. Nel video, che pone l’accento sull’importanza dello sport e della fiducia in se stessi per superare gli stereotipi e trasformare la propria vita, compaiono anche immagini del suo passato e la sua voce calda.

caitlyn-jenner-676222

“Pensavo che fosse troppo tardi. Pensavo che l’obiettivo fosse troppo ambizioso. Mi sono sentita intrappolata dal mio corpo e dalle aspettative degli altri. Ho combattuto per avere il mio posto e il diritto di essere diversa. Ho dovuto trovare in me una forza che non sapevo di avere. Non c’è mai stato nulla di facile. Ma le cose veramente importanti non lo sono mai. Andare sempre avanti, è questa la vera vittoria. Per la tua nazione o per te stessa. PER OGNI VITTORIA
Di vittorie se ne intende, Caitlyn Jenner, medaglia d’oro nel decathlon alle Olimpiadi di Montréal 1976 quando era ancora Bruce e oggi una delle transessuali più famose al mondo, il cui percorso è stato svelato poco più di una anno fa, facendola diventare un simbolo.
“Questa è la migliore vittoria: di svegliarsi la mattina ed essere se stessi”, ha confessato Caitlyn Jenner, ricordando il tormento vissuto per tutta la vita, la forza trovata nello sport e il sollievo di quest’ultimo periodo.
Un invito a non arrendersi, a lottare con ogni forza, a superare quelli che si presume siano i propri limiti o i luoghi comuni della società.
A rafforzare il messaggio, insieme a Caitlyn Jenner nel video compaiono altri atleti che ogni giorno combattono per “il diritto di essere diversi” tra cui Chelsea Warner, ginnasta con la Sindrome di Down; il surfista Mike Coots, con una gamba finta per via dell’attacco di uno squalo; la prima pugile cubana Namibia Flores; i King Cross Steelers la prima squadra di rugby “gay inclusive”.

Buffon-Balzaretti: la doppietta della scarpa no

Calciatori con look sopra le righe, il tormentone che ritorna sempre.
Due sbalorditivi esempi in questo weekend appena trascorso. Dov’è la novità? Che stavolta si è trattato di eventi ufficiali, che avrebbero richiesto un minimo di etichetta.
In udienza dal Papa, prima della finale di Coppa Italia, i calciatori della Juventus e del Milan hanno indossato la divisa ufficiale.

scarpa-sbagliata

Foto di rito in giacca e cravatta col Pontefice e cosa si scopre? Spiccano nello sfondo sfarzoso ma austero del Vaticano le sneakers del capitano Gigi Buffon. In realtà non è l’unico a ricnunciare alla calzatura nera d’ordinanza: neppure il collega ganese Lemina ha disdegnato le Nike.
Segna la doppietta Federico Balzaretti. Per la prima della Traviata al Teatro dell’Opera di Roma, al braccio della compagna, l’etoile Eleonora Abbagnato, l’ex calciatore sfoggia un look Dolce & Gabbana esagerato: non per la fantasia della giacca, bensì per la calzatura, una stringata bianca indossata senza calzino. “Valorizzata” da un pantalone ampio ma corto.

Pellegrini contesa tra Swarovski e Wellington

C’è un dilemma che attanaglia Federica Pellegrini. Riguarderà le Olimpiadi di Rio che si avvicinano sempre più? Ma no! Il suo dubbio è tutto orientato sulla moda. “Cosa indosso oggi al braccio?”, si chiederà sicuramente la sportiva mentre decide quale scatto postare su Instagram.

Federica-Pellegrini-orologio-Swarovski-3

Sguardo in camera, corpo scolpito e portamento fiero. Chi più di Federica Pellegrini poteva incarnare il volto ideale del nuovo Activity Tracking Jewelty di Swarovski, il primo device indossabile in grado di monitorare le attività quotidiane?
La collezione, disegnata in collaborazione con Misfit, integra nell’Activity Crystal, l’iconico cristallo centrale, un’innovativa tecnologica di tracking che registra l’attività fisica sia di giorno che di sera.

Federica-Pellegrini-orologio-Swarovski_2

Questo gioiello tecnologico memorizza gli obiettivi di fitness per aiutare l’utente a concentrarsi sul traguardo ed è resistente fino a 50 metri di profondità, perfetto per la nuotatrice.
Smesso il costume Federica Pellegrini si concede una cena a base di sushi ed ecco che qui sfodera un altro vezzo al braccio, il Classic Winchester di Daniel Wellington.
L’orologio, mix perfetto di eleganza ed esuberanza col tocco rosa nel cinturino, arricchisce ogni look in modo composto.
Insomma, nell’indecisione Federica Pellegrini sceglie entrambi e fa contenti tutti.

Pellegrini e co. nuotano verso Rio con stile

Il conto alla rovescia ormai è ufficialmente iniziato: gli atleti di tutto il mondo sono già proiettati verso le Olimpiadi di Rio di agosto 2016. Ci si allena tanto, tutti i giorni, tutto il giorno.
Sono affiatati i nuotatori, che passano più tempo in acqua che fuori: sempre insieme, si spronano a vicenda.

Federica-Pellegrini-Filippo-Magnini-Massimiliano-Rosolino-Gianluca-Maglia-Matteo-Giordano

Sereni e felici, i campioni del nuoto, capitanati da Federica Pellegrini, ci tengono costantemente aggiornati sulle loro attività quotidiane.
Con loro in una recente sessione di training anche l’ex olimpionico Massimiliano Rosolino. “Tre giorni intensi, grazie ragazzi”, scrive il campione sul suo profilo Instagram. Nello scatto è insieme a Filippo Magnini, Gianluca Maglia, Matteo Giordano e alla regina del nuoto italiano, Federica Pellegrini.
Sorrisi smaglianti e fisici perfetti per questi nuotatori che posano a bordo vasca nei loro costumi aderenti. Sono vari i brand scelti dagli atleti: se la Pellegrini non abbandona mai Jaked, il suo fidanzato Magnini punta sul rosa con gli slip Diana.
La bandiera cubana colora il modello Arena scelto da Massimiliano Rosolino mentre Maglia punta sul total black con Tyr.
La strada verso Rio sarà anche in salita ma è decisamente fashion e briosa.

Flavia Pennetta: “Ecco perché ho detto addio al tennis”

Flavia Pennetta ha detto addio al tennis, ma questo si sapeva già da qualche mese. Ciò che non conoscevamo, invece, erano le motivazioni della campionessa che l’avevano spinta ad abbandonare le gare dopo lo storico trionfo all’Us Open.

Flavia-Pennetta-6

In molti avevano attribuito questa scelta al prossimo matrimonio con Fabio Fognini ma, ascoltando la diretta interessata, sembrerebbe essere un’ipotesi sbagliata: “La mia nuova vita è bella, è diversa, è entusiasmante sotto alcuni punti di vista e più tranquilla sotto altri – ha commentato la Pennetta a askanews – Sono molto contenta e serena e questo è importante. La mia scelta non è dovuta alla coppia, ma a una sensazione che avevo dentro di me, una stanchezza fisica e mentale, al fatto che magari non tutti i giorni avevo voglia di competere in un mondo in cui bisogna farlo in continuazione”. “Sono stata in India fino a una settimana fa per giocare – ha spiegato – vado un’ora e mezza in palestra per tenermi in forma perchè mi hanno detto che è meglio se non smetto del tutto, altrimenti il mio fisico ne risentirà molto. In questo momento mi piace svegliarmi la mattina e sapere che devo andare in palestra e poi non ho niente da fare in tutto il giorno, quindi improvviso: la settimana scorsa ho fatto una cosa che non avevo più fatto da quando ero molto piccola, l’albero di Natale, non avevo mai avuto tempo”.

Le rugbiste di Oxford replicano: ecco il nuovo calendario hot

Tra 20 giorni, infatti, Oxford sarà impegnata nella classica sfida interuniversitaria contro Cambridge, ma in attesa del Varsity Match le rugbiste hanno deciso di replicare il calendario hot dopo il successo dello scorso anno.

20151120_111488_rugbiste

Anche per il 2016, quindi, sarà possibile affrontare l’anno con i nudi artistici delle atlete universitarie impegnate nelle azioni più classiche, di gioco come di allenamento. I proventi andranno a favore di Mind your Head, un’associazione impegnata nella cura dei disturbi mentali. Potete acquistare il calendario qui.

Fed Cup, 1-1 tra Repubblica Ceca e Usa A Limoges la Schiavone si arrende in semifinale

Si è chiusa sull’1-1 la prima giornata della finale di Fed Cup fra la Repubblica Ceca e la
Russia, in corso a Praga. Pronostici rispettati nei primi due singolari. Petra Kvitova ha regalato il momentaneo vantaggio alle ceche battendo Anastasia Pavlyuchenkova per 2-6, 6-1, 6-1 in un’ora e tre quarti di gioco.

Czech player Petra Kvitova reacts after

Nel secondo match in programma, Maria Sharapova ha raddrizzato le cose per la Russia superando per 6-3, 6-4 Karolina Pliskova. Domani gli ultimi due singolari, Kvitova-Sharapova e Pliskova-Pavlyuchenkova, e a seguire il doppio tra la coppia ceca Lucie Safarova/Barbora Strycova e quella russa Ekaterina Makarova/Elena Vesnina. Niente finale a Limoges, in Francia, per Francesca
Schiavone. La 35enne milanese (121) è stata battuta per 6-3, 7-6 (5) dalla statunitense Louisa Chirico, più giovane di 16 anni e un gradino più in alto nel ranking, che affrontava per la prima volta.
Unica italiana in lizza nell’Engie open de Limoges – torneo Wta 125k, con un montepremi di 125 mila dollari, in corso sul veloce indoor – la Schiavone aveva superato nei turni precedenti la ceca Krystyna Pliskova, la lussemburghese Mandy Minella e la russa Margarita Gasparyan.