Courteney Cox dice addio ai filler: «Sono di nuovo naturale e adesso vorrei un figlio»

È una donna cambiata Courteney Cox. Tanto nell’animo quanto nell’aspetto. Riscoperto il valore dell’autenticità e ritrovata la fiducia in sé stessa, l’attrice statunitense, 53 anni, ha deciso di liberare il volto dai filler e di dire un no definitivo alla chirurgia estetica. “Adesso son di nuovo naturale per quanto possibile. E mi vedo molto più simile alla me di un tempo – ha spiegato l’interprete di Friends in un’intervista a NewBeauty Magazine -. Le rughe sono linee del sorriso. E i filler non sono più miei amici”.

Cougar_town_cox_300_400x400

Pentita del “ritocchino” come tante altre vip, la Cox ha raccontato alla rivista il suo rapporto (passato) col bisturi: “Sono cresciuta pensando che l’aspetto fosse la cosa più importante. Ed è un po’ triste perché mi ha provocato solo guai: stavo cercando di tenere il passo, ma in realtà ho solo peggiorato le cose. Quello che succede è che finisci da un medico che ti dice: “Wow, hai un aspetto fantastico, ma se facessi una piccola iniezione qui e mettessi del filler lì”… E tu aggiungi strati su strati, ma pensi di essere naturale perché è un processo graduale”.

Poi, un bel giorno, tutto cambia e si aprono nuove prospettive. Ed è così che è nata la nuova Courteney Cox, la donna che, superato lo scoglio del mezzo secolo, vorrebbe tanto avere un figlio. “Lo so che è folle, ma lo vorrei – ha concluso l’attrice, già mamma di Coco, 13 anni, nata dalla relazione col collega David Arquette, suo marito dal 1999 al 2013 -. Potrei portare avanti la gravidanza con l’ovulo di qualcun’altra. Sarei la più anziana che lo fa, ma mi piacerebbe. Con Johnny (McCain, suo compagno dal 2014 n.d.r.) papà”.

GF, Mary Segneri: “Ho perso 62 chili. Adesso la chirurgia estetica”

2246141_mary_segneri_chirurgia_palsticaDopo il Grande Fratello Mary Segneri ha perso 62 chili, passando da 127 a 65. Per San Valentino però ha deciso di sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica per ridurre la pelle in eccesso: “Ho dimostrato che si può essere magre con la forza di volontà – ha fatto sapere “Diva e donna” che pubblica anche le immagini – ma questa ciambella non va via. Credo di meritare questo premio dopo tanta fatica”. Le cose per un po’ cambieranno: “Per sei mesi non potrò avere figli. Poi se accadrà non tornerà il grasso che avevo. Il mio fidanzato ha capito”.

Anna Tatangelo: “Ho rifatto il seno a 18 anni, ma due tette non fanno la femminilità”

Anna Tatangelo, già da qualche tempo, è diventata una vera e propria icona sexy: la bella cantante Ciociara posta sempre più spesso immagine hot sui suoi canali social e mette in mostra il suo fisico impeccabile.

Schermata-2016-11-27-alle-16.24.19_27164308

In un’intervista pubblicata su ‘Grazia’, la Tatangelo ha ammesso di essere ricorsa alla chirurgia estetica in tenerissima età, a 18 anni e di aver ritoccato il seno per avere qualche taglia in più. Arrivata a 30 anni è arrivata nel pieno della sua femminilità.
“Il seno l’ho rifatto a 18 anni – ha commentato Anna Tatangelo in un’intervista su ‘Grazia’ -. Un paio di tette grandi mi sembravano più femminili. Ecco tutto. E’ passato un secolo da quella scelta ed è andata bene così. Adesso so anche che la sensualità non sta in un bel paio di tette”. Anna Tatangelo ha provato anche l’esperienza come attrice: il 1 dicembre uscirà al cinema ‘Natale al Sud’. “Ho voglia di completarmi, di provare altre vie, non posso pensarmi uguale all’infinito – ha continuato la Tatangelo -. Ho soprattutto voglia di riscoprire la mia parte più divertente, ironica. Quella che nessuno conosce”.

Gemelle spendono 13.000 euro per rifarsi il seno: “Abbiamo la stessa taglia anche ora”

Sono gemelle e sono anche inseparabili: oltre ad essere due gocce d’acqua, trascorrono gran parte delle loro giornate insieme. Ma Lia e Lori Woof, 22 anni, avevano un gran problema: non si piacevano. Il loro aspetto fisico non permetteva loro di avere fiducia nei propri mezzi. In particolare non erano contente delle dimensioni del loro seno e allora hanno deciso di ricorrere alla chirurgia estetica per risolvere il problema.

1699476_bo_main_2828642a

Lora, originarie di Gateshead (Inghilterra) hanno messo mano al portafogli e hanno sborsato ben 13.000 euro per aumentare le dimensioni del loro decolletè: ma attenzione, hanno modificato il seno in egual misura, in modo da rimanere identitche anche dopo l’operazione chirurgica.  “Guardavamo le altre ragazze ed eravamo invidiose – hanno ammesso le due gemelle Lia e Lori Woof -. Volevamo le loro grandi tette. Prima dell’intervento non avevamo fiducia in noi stesse, ma ora è cambiato tutto. Era da tanto tempo che volevamo operarci al seno e ne abbiamo discusso a lungo. Alla fine abbiamo deciso di farlo, ma di modificare il nostro corpo in maniera identica, in modo da non tradire ciò che eravamo in principio”.

Lapo Elkann, il nuovo sito “su misura” è online

Il nuovo sito di Lapo Elkann, al link www.lapoelkann.com,da oggi è online. Il restyling prevede una nuova veste grafica. I contenuti testuali sono stati superati per lasciare il campo a una grafica immediata che rimanda con click a tutte le attività di Lapo.

95789_20150128_89247_99_526385_000002hMan mano che aumenteranno i progetti, le landing page si animeranno di nuovi elementi. Il progetto punta sull’estro e sulle capacità tecniche di un giovane web designer e creativo italiano di base ad Amsterdam: Marino Capitanio. Durante il mese di gennaio verranno rilasciate altre 3 versioni, molto diverse tra loro per trattamento ed estetica, create su misura.

Trattamento delle rughe: tutto sul botulino

La tossina botulinicaè una sostanza utilizzata con successo in molti campi della medicina da oltre 15 anni. Il suo impiego in campo estetico risale a circa 10 anni fa e si deve all’osservazione fortuita fatta da un oculista che notò come dopo il trattamento di un caso di strabismo, le rughe intorno agli occhi si erano andate via via spianando. La popolarità, dovuta all’alto tasso di successi ed alla velocità di esecuzione, ha portato il botulino ad essere la procedura medico-estetica maggiormente richiesta negli Stati Uniti. Dopo anni di incertezze legislative, anche in Italia è diventato legale il suo utilizzo a scopo estetico (come già in altri oltre 30 paesi del mondo). Fino a poco tempo fa, infatti, in Italia il botox poteva essere utilizzato solo per la cura di disturbi ben più seri e gravi. A livello burocratico il Ministero della Salute ha spostato il farmaco botulina dalla fascia H, quindi disponibile e utilizzabile solo tra le mura di un ospedale, alla fascia C, farmaci a pagamento, e ne ha approvato aurorizzato l’indicizzazione al trattamento delle rughe.

botulino.jpg

Il suo utilizzo, e quindi il suo acquisto, sono però riservato esclusivamente a Medici Specialisti in Dermatologia, Chirurgia Plastica, Chirurgia Maxillo-Facciale e Oftalmologia, purché appropriatamente qualificati e con documentata esperienza nella tecnica.
Questo perché la tossina botulinica è un farmaco, il suo utilizzo per la correzione delle rughe è quindi un trattamento farmacologico e perché possa essere sicuro ed efficace deve essere eseguito da mani esperte. In ogni caso l’uso estetico del botulino è approvato solo per le rughe glabellari, frontali e perioculari, tuttavia sotto la diretta responsabilità del medico può essere utilizzato anche in altri distretti, per esempio il collo dove può servire per attenuare le inestetiche bande verticali.

In sintesi, si tratta di una sostanza dalle grandi potenzialità terapeutiche, in grado di portare a splendidi risultati se ben effettuato ma anche a disastri se fatto da chi non ha competenza.

COME FUNZIONA
L’iniezione della tossina botulinica è una procedura velocissima e praticamente indolore. La tossina viene iniettata con un aghetto sottile poco più di un capello. Pochissime punturine a ponfo sono sufficienti per trattare aree estese come la fronte.
Il gonfiore che ne deriva è quasi nullo e si possono immediatamente riprendere le normali attività.
L’effetto di distensione sulla pelle e sulle rughe diventa visibile dopo 3-7 giorni dalla seduta e dura mediamente 6-9 mesi.
La durata è in funzione delle caratteristiche individuali di riassorbimento, dei quantitativi iniettati e dell’esperienza del medico. E’ comunque consigliabile ripetere periodicamente le iniezioni, non solo per mantenere i risultati acquisiti ma anche per svolgere un’importante azione preventiva sulla formazione dei segni di espressione.
Inoltre è stato dimostrato con studi clinici che l’effetto di distensione risulta lievemente più duraturo dopo qualche seduta, a causa della perdita dell’attiududine da parte del paziente a contrarre i muscoli messi ripetutamente “a riposo” dalla tossina.

ZONE DA TRATTARE
Possono essere trattate le rughe della fronte, della glabella (la zona tra le sopracciclia), le rughe degli occhi ed in alcuni casi selezionati le due bande verticali del collo.

EFFETTI INDESIDERATI
Gli effetti indesiderati, se la tecnica è eseguita da uno specialista esperto, sono generalmente minimi, locali e transitori e consistono in piccoli ematomi, e, a volte, lieve mal di testa. Molto raramente si può verificare un indebolimento dei muscoli vicini che causa una lieve e temporanea ptosi (caduta) della palpebra superiore o del sopracciglio