Julia Roberts sfila per Calzedonia. Alla serata dedicata ai collant anche Chiara Ferragni

Calzedonia ha presentato con Julia Roberts la collezione collant durante l’esclusiva sfilata #CalzedoniaLegShow a Verona nell’headquarter dell’azienda.
Quest’anno il marchio ha deciso di rappresentare il suo core business, il collant, protagonista indiscusso dello show, e celebrare questo accessorio che sta vivendo un momento di grande ritorno nella fashion industry, come visto sulle più importanti passerelle della moda internazionale.

a20116cf-3880-4608-b299-890479daa739

La collezione, che è stata indossata da 20 modelle di fama internazionale, vede protagonisti collant dalle più svariate fantasie, dall’intramontabile trama a rete, ai pois, alle divertenti longuette, ai glitter e alle stampe sempre più originali. Grazie a uno styling minimal e sensuale, le gambe delle donne e la collezione collant autunno/inverno sono stati protagonisti di uno show con il sapore di una sfilata moderna e glam, arricchita da coreografie ed elementi grafici che incarnano il mondo tutto al femminile di Calzedonia.
L’evento ha visto la partecipazione straordinaria della testimonial d’eccezione del marchio Calzedonia, Julia Roberts, che ha presenziato in prima fila alla sfilata serale del 5 Settembre.
I numerosi followers di Calzedonia hanno seguito attivamente l’evento su tutte le piattaforme social, grazie all’hashtag dedicato #CalzedoniaLegShow.
Non poteva quindi mancare la top influencer Chiara Ferragni, presente alla sfilata del 5 Settembre alle ore 12.00.

Madalina Ghenea è diventata mamma: “La gioia più grande della mia vita”

La notizia della gravidanza era stata annunciata come “un miracolo”. Ora, a 28 anni, Madalina Ghenea è diventata mamma per la prima volta.

2385103_1343_madalina_ghenea_mamma (1)

La modella e attrice romena, diventata celebre grazie a uno spot con Raul Bova e Teresa Mannino, e poi consacratasi nel mondo dello spettacolo con il ruolo in ‘Youth’ di Paolo Sorrentino e al Festival di Sanremo 2016, ha annunciato il lieto evento su Instagram.
La bimba che Madalina ha avuto dall’imprenditore e connazionale Matei Stratan è nata a Bucarest lo scorso 4 aprile ma solo due giorni fa è giunto l’annuncio ufficiale. Il nome, finora, non è stato rivelato. «La gioia più bella. Una luce immensa. Un amore che ti travolge e riscalda tutto intorno. Il momento più bello della mia vita. Non posso non condividerlo qui con voi che tutto i giorni mi dimostrate un grande e costante affetto . Benvenuta piccola», ha scritto Madalina.

Madalina Ghenea è in dolce attesa

La top model rumena Madalina Ghenea ha annunciato la gravidanza su Instagram, posando senza veli. In alcuni scatti sexy mostra orgogliosa il suo pancione mostrando un fisico perfetto e morbide forme mediterranee.

1488623130541.jpg--

Cicogna in volo per la modella e attrice romena Madalina Ghenea che su Instagram cinguetta: “Sono felice di condividere con voi questa mia GIOIA così tanto attesa: il DONO di un FIGLIO. Un vero e proprio MIRACOLO“…
Fino a poche settimane fa il ventre di Madalina era ancora piatto, ma sulla copertina di Gioia si mostra in… un’esplosione di curve materne. Seno e pancia lievitate annuncia così il lieto evento con tanto di messaggio per i follower: “Sono felice di condividere con voi questa mia GIOIA così tanto attesa: il DONO di un FIGLIO. Un vero e proprio MIRACOLO. Questa copertina e questa intervista con il magazine ‘Gioia’ rappresenta il mio quotidiano e le mie giornate fatte di AMORE, FAMIGLIA, SEMPLICITÀ. Ci siamo lasciati un anno fa su quel palco che amate tanto e dove mi avete fatto sentire tanto amata. Non potevo che tornare da voi ( In Italia) per condividere questo mio momento così speciale e così tanto desiderato. LA MATERNITÀ è un regalo che auguro a tutte le donne…”.
Padre del bambino è il milionario romeno Matei Stratan con cui la Ghenea è fidanzata dall’estate del 2016. Tra gli ex amori della modella anche lo stilista Philipp Plein, l’attore Gerard Butler e l’attore irlandese Michael Fassbender.

Selfie vestite Scervino (ma una è senza slip)

Succede di incontrarsi per caso a un evento, riconoscersi, salutarsi con gioia, sedersi vicine. Chiacchierare fitto fitto del più e del meno, farsi un selfie, divertirsi ignare di ciò che c’è attorno. L’evento era la sfilata di Ermanno Scervino, durante la Milano Fashion Week, loro sono Federica Fontana, Natasha Stefanenko, Barbara Snellenburg e Filippa Lagerback.

C_2_box_25908_upiFoto1F

Attorno è il caos pre-sfilata: ultimi momenti organizzativi, la ricerca del posto. Il parterre è ricco di personaggi noti, ma le 4 bionde spiccano per questa verve. Tutti le guardano, le fotografano, loro ignare continuano la loro reunion casuale. Belle ed eleganti, l’italiana Federica, la russa Natasha, l’olandese Barbara e la svedese Filippa sono una gioia per gli occhi.
“Siamo eccitate di vedere la nuova collezione”. Cosa indossate, chiediamo? “Ovviamente Ermanno Scervino!”. “Anche l’int. imo!”, precisa Natasha Stefanenko. “Io non lo porto” scherza una di loro, non diremo chi. Le altre ridono.
Giusto il tempo di chiedere il brand delle scarpe (Le Silla, Alaia, Gedebe, Krizia) e le lasciamo così, complici ed effervescenti, nel circo della Moda.

Mina e Celentano tra amore, ironia e la voglia di “giocare a fare i cantanti”

Giocano anche sui numeri Mina e Celentano, che per il loro album-evento, vent’anni dopo, scelgono l’11-11 (novembre) per lanciare le 11 canzoni (più una sorpresa finale) de “Le Migliori”. Tgcom24 ha ascoltato in anteprima i brani, che spaziano dal pop al melodico, e che come amano ripetere Claudia Mori e Massimiliano Pani li fanno “incontrare” in un terreno che li accomuna, seppure diversissimi tra loro, ovvero la musica e la voglia, appunto, di “giocare a fare i cantanti”.

comeundiamante-e1478712043390

Il titolo, “Le Migliori”, nasce da un pensiero del Molleggiato, che sul suo blog, facendo gli auguri di compleanno all’amica Mazzini, aveva scritto “comunque restiamo sempre le migliori”. Al femminile. Ispirando così la copertina, con “2 Mine” e “2 Celentani”, visdstite appunto da donna, e in una ipotetica sfilata in strada. Alla loro maniera, loro che le mode e tenedenze le hanno sempre anticipate con i look più stravaganti.
Le canzoni, quasi tutte d’amore, spesso si concludono con frasi parlate, dialoghi graffianti tra i due amici che sanciscono quel feeling che dura ormai da tantissimi anni. Oltre al primo singolo lanciato ad ottobre “Amami Amami”, ecco duetti che parlano di storie in bilico, telefono che tace, amanti che si rincorrono: da “E’ l’amore” a “Se mi ami davvero” (con il ritmo di Mondo Marcio), da “Ti lascio amore” (scritta tra gli altri da Toto Cutugno) fino “A un passo da te”, e poi “Non mi ami”, “Ma che ci faccio qui”, “Sono le tre”, “Come un diamante nascosto nella neve”.
Con la solita ironia e anche un po’ di nostalgia, si approda all’attualità con “Il bambino col fucile”, il brano interpretato solo da Celentano e scritto da Francesco Gabbani, vincitore nella categoria giovani dell’ultimo Sanremo. E “Quando la smetterò”, la canzone che Mina canta da sola, una dichiarazione d’amore in cui la più grande interprete della musica italiana lascia libero sfogo alla voce accompagnata dal pianoforte di Danilo Rea. Il colpo di coda arriva con un brano dal titolo impronunciabile, “Prisencolinensinainciusol”: l’unica cover, con lo slang inventato da Adriano che riesce a far rappare anche Mina.
“Non sarebbe ora di fare un altro disco insieme?”, è quello che si sono detti un giorno al telefono racconta la Mori. Loro che sono “legati indissolubilmente” da una storia così diversa ma uguale”. “E’ nato tutto con spontaneità, con la voglia di due amici di ritrovarsi con gioia per cantare”, prosegue la moglie di Adriano. “Sono pezzi diversi tra di loro – le fa eco Pani – selezionati su materiale infinito, hanno scelto le cose più adatte al mondo che li accomuna”.
Si sono incontrati a Lugano, Mina e Celentano. E poi si sono sentiti al telefono tutti i giorni. Hanno riso e parlato alla loro maniera, tanto che non sapendo di essere spiati, alcuni contenuti delle loro conversazioni “irregolari” sono state registrati e riprodotti in un cd che fa parte del cofanetto deluxe assieme a 4 cartoline e un poster. Conversazioni da macchinetta del caffè. Ma alla Mina e Celentano.

Naomi come Miley, ma con più charme

Per una volta la Venere Nera è arrivata seconda. Classe, charme, seduzione ne ha da vendere, ma Naomi Campbell qualche giorno fa ha indossato un vestito già visto su Miley Cyrus, ad un evento addirittura del 2014. L’effetto? Opposto.
In occasione dei WSJ Magazine Innovator Awards, a New York, Naomi Campbell ha raccolto centinaia di applausi per via del suo outfit intrigante, ma non esagerato per una top model del suo calibro.

14980727_10154206545952893_1742041945042452148_n

Si tratta di un vestito nero di Tom Ford il cui corpetto è formato da fasce strategicamente incrociate, cucite su un velo. Trasparenza esagerata, vedo-non-vedo estremo, effetto bondage assicurato. Eppure, nessuno scandalo: la Campbell non mostra alcun centimetro di ciò che non si dovrebbe e il risultato è da far girare la testa. Chi aveva già osato questo outfit? La trasgressiva Miley Cyrus all’amfAR Inspiration Gala ad Hollywood, ben due anni prima. Guardando le sue foto, si scopre il trucchetto della navigata Naomi: una fascia nera all’altezza del seno rende trucchetto  anche questo abito spudorato. Un caschetto con frangia addolcisce lo sguardo e infine la sua pelle ambrata e perfetta che smorza il contrasto col tessuto. La classe non è acqua: capito Miley? Altro che seconda…

Irina Shayk vs Lara Stone, sfida di seno

Siparietto bollente all’evento organizzato a Londra dallo stylist Edward Enninful, decorato Cavaliere dell’Ordine dell’Impero Britannico. Erano tantissime le stelle presenti al party, da Madonna e Kate Moss ma sono state Irina Shayk e Lara Stone a rubare tutta la scena.

Irina-Shayk-e-Lara-Stone-abiti-Lanvin-e-Stella-McCartney

Le due top model hanno scelto look molto simili e decisamente rivelatori: i loro abitini neri infatti le hanno inevitabilmente coinvolte in una gara infuocata sul décolleté migliore. Più modesto il seno di Irina Shayk, fasciata in un minidress nero lucido di Lanvin. Decisamente esplosivo il lato A di Lara Stone, prorompente nel suo vestito Simonetta di Stella McCartney.
Frontali e di profilo, queste bellissime non hanno perso occasione per mostrarsi da ogni punto di vista durante la cena.
Irina e Lara sono arrivate insieme al Mark’s Club, tra sorrisi e falcate navigate. Che abbiano studiato a tavolino i loro outfit per lanciare una sfida all’ultimo scollo sul seno più hot?

Bebe Vio, la campionessa a cena da Obama: “Oddio, cosa mi metto?”, Dior è un incanto

Un abito speciale per un’occasione unica: Bebe Vio, la campionessa paralimpica di scherma, il prossimo martedì cenerà alla Casa Bianca, ospite del presidente Obama.

C_2_fotogallery_3005740_0_image (1)

Per affrontare l’evento, Bebeb ha chiesto aiuto a Maria Grazia Chiuri, direttore creativo di Dior,e il risultato è un abito di gran classe, condiviso con i tantissimi fan con una foto su Facebook.
La giovane atleta azzurra, insieme con la direttrice del Cern Fabiola Gianotti, la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, la curatrice del dipartimento di Architettura e Design del Moma Paola Antonelli, sarà con Renzi alla Casa Bianca per la cena ufficiale col presidente Obama, un inedito nelle relazioni fra i due Paesi.

Melanie Griffith, il fuoritutto a 58 anni

Melanie Griffith ha 58 anni ma a vederla all’evento Hallmark Channel Summer TCA sembra quasi che l’attrice abbia stretto un patto di eterna giovinezza.
Se la figlia Dakota Johnson è tra le star più belle e brave del momento, la sua celebre mamma non ci sta a essere messa in disparte e colpisce sul red carpet.
Nell’abito nero stretch di Barbara Casasola, Melanie Griffith mostra più del necessario.

social-kate-e-melanie-725x544

Se le mutande alte sono ben evidenza, resta il mistero sulla presenza o meno del reggiseno. Certo che con un décolleté così provocante potrebbe benissimo averne fatto a meno. I capelli raccolti ma volutamente spettinati aggiungono una nota di sensualità. Il vestito, in versione bianca e con una resa decisamente diversa, è stato indossato qualche settimana fa da Kate Middleton. Bianco e candido come la duchessa o nero e accattivante come Melanie Griffith? A voi la scelta.

Miss Maglietta Bagnata: ragazze scatenate sotto una pioggia di gavettoni

1872344_20160722_missmaglietta32Ultimo evento del Naviglio, il contenitore estivo sotto le stelle lungo il Piovego nella zona universitaria di Padova: lungo la passerella record di oltre un chilometro alle 22 si è tenuta la prima edizione di Miss Maglietta Bagnata.

1872344_20160722_missmaglietta06

Dodici avvenenti ragazze in t-shirt attillata e shorts hanno camminato per due volte a distanza di un’ora tra i chioschi e, ovviamente, sono state bersaglio di gavettoni di ogni tipo, altrimenti che Miss Maglietta Bagnata sarebbe stata?

1872344_20160722_missmaglietta25

«Una festa goliardica», ha commentato l’ideatore padovano Federico Contin.

1872344_20160722_missmaglietta07