Smagliature dopo 6 figli, non indossa più il bikini. Poi sente il marito parlare con un amico

Per Sherny Kieser, 36enne madre di sei figli, la cura del corpo è sempre stata un elemento centrale: sia lei sia il marito, Julius, sono insegnanti di fitness. La donna australiana è sempre stata abituata a vedersi con un fisico scultoreo, da mostrare come motivazione a quanti le chiedevano aiuto per tornare in forma ma anche da esibire e vivere senza troppi pensieri.

41557906 (1)

Dopo le sei gravidanze, l’ultima nel 2016, quel corpo prima amico ha cominciato a non piacerle più a causa delle smagliature, e ha smesso di esibirlo come aveva sempre fatto: “Ho smesso di indossare il bikini e ho iniziato a indossare bermuda e magliette”, ha spiegato la mamma in un post su Instagram.
Proprio nello stesso post, però, Sharny ha spiegato a tutti i suoi followers come quel corpo che era arrivata ad odiare è tornato ad essere fondamentale, come e più di prima. Il merito è tutto del marito e di quanto è stato sorpreso a dire un giorno parlando con i suoi amici.
“Quelle smagliature sono il risultato del grande amore di una madre verso i suoi figli: sono i segni lasciati dai suoi figli mentre venivano al mondo”: questo quello che ha sentito dire a Julius. “Odiavo me stessa per lo stesso motivo per cui lui mi amava. Il mio corpo non era distrutto o disgustoso, si era solo trasformato da corpo di una ragazzina egoista a quello di una madre generosa, e le smagliature erano il segno della transizione. Ho guardato le mie smagliature e mi sono sentita orgogliosa, amata”.
Una volta cambiata la sua prospettiva su quei segni indelebili Sharny, che era arrivata a pensare fosse ormai inutile allenarsi e mangiare cibi sani, è tornata a fare esercizio, a nutrirsi con attenzione: “Solo cambiando il modo in cui guardavo al mio corpo, con orgoglio anziché odio”.

“Stessa ragazza, diverse angolazioni”, la fitness blogger mostra la verità sui social

Fisici perfetti e vite perfette. Questo sembra emergere dai sempre più numerosi profili di fashion blogger e fitness blogger, ma una di loro, la 31enne Ashlie Molstad, ha voluto mostrare l’altro lato della medaglia. In uno stato su Facebook ha pubblicato due foto di lei in due pose diverse: una in cui sta in piedi e ha un fisico perfetto, l’altra in cui è seduta e si vede la pancetta. Lo scopo della blogger è stato quello di lanciare un messaggio agli utenti e far capire loro che quelli che vengono considerati difetti fisici sono la normalità anche per chi trascorre il proprio tempo ad allenarsi.

15027988_1135401573239760_7965730707118248942_n

«Vi mostro il mio corpo in maniera meno lusinghiera. Perché, contrariamente a ciò che la società ci ha insegnato, il nostro valore non si misura in base a quanti rotoli abbiamo sulla pancia, quante fossette abbiamo sul sedere o quanto oscilla il nostro grasso sotto le braccia. Amare noi stessi come siamo è difficile. Perché per anni ci è stato detto che non andiamo abbastanza bene. Ma la vera magia avviene quando abbracciamo ciò che siamo, ogni nostro angolo e dimensione. Questo non significa che io non fatichi ad accettare il corpo che mi è stato dato, ma significa che capisco che lavorare su di me per imparare ad amarlo è l’esercizio più importante da fare». Questo il messaggio di Ashlie ai suoi seguaci e poi conclude: «I nostri corpi non sono rotti. Questo è il messaggio che la società sta cercando di trasmetterci. Ricordiamoci che siamo degni, belli, speciali e vivi. Smettiamola di aggiustare i nostri corpi e iniziamo ad aggiustare il mondo».

Giulia Calcaterra, catsuit e glutei d’acciaio

Giulia Calcaterra non salta mai un allenamento e i risultati si vedono. Fisico da paura e bellezza angelica, l’ex velina è una maniaca del fitness e i suoi profili social sono pieni di video esplicativi. Uno in particolare ha destato la nostra curiosità.

Giulia-Calcaterra-tuta-American-Apparel-scarpe-Puma

Un esercizio da lasciare senza fiato, non solo per la difficoltà, ma soprattutto per l’incredibile corpo di Giulia Calcaterra, mostrato durante l’allenamento ed evidenziato dall’outfit che poche sue coetanee si sognerebbero di indossare. Si tratta di una catsuite elasticizzata American Apparel, nera e con scollo profondo sulla schiena. Ai piedi Giulia calza le PUMA Fierce Gold, nessun gioiello o orpello, una pratica coda di cavallo tiene in ordine i capelli.
L’essenzialità della tuta sottolinea i muscoli tesi nello sforzo. I glutei perfetti appaiono quasi sovrumani, i tendini vibranti sulla schiena evidenziano la fatica, la costanza e la forza. E i commenti dei follower non possono che dividersi tra l’invidia e i complimenti.

Bodybuilder a 80 anni: “Il mio segreto per mantenere muscoli d’acciaio”

E’ la bodybuilder più anziana al mondo e non ha intenzione di rinunciare agli allenamenti. Si chiama Ernestine Sheperd e ha 80 anni.
Ha cominciato ad allenarsi a 56 anni e non si è più fermata diventando un modello da seguire per altri appassionati.

ernestine3_14111736 (1)

Ha un fisico pazzesco e muscoli d’acciaio che l’hanno fatta diventare star del fitness.
Il suo segreto è correre tutte la mattine per 16 chilometri e poi fa una bella colazione con albumi e noci.
E’ seguitissima specialmente tra gli over 50, a cui mostra che per iniziare ad allenarsi non esiste limite d’età.

Kate Hudson, nuda davanti alla finestra… fa impazzire il web

Minimo sforzo, massima resa. Si, perché Kate Hudson senza neanche spogliarsi ha fatto impazzire il web con oltre 70mila like in meno di ventiquattro ore. Come? Semplicemente postando una foto che la ritrae completamente nuda di spalle nel giorno della settimana in cui si condividono vecchi scatti, noto come “throwback thursday”.

C_2_articolo_3018017_upiImagepp

Nuda, di spalle davanti alla tenda di casa con un braccio sollevato e uno appoggiato sul fianco, la bellissima attrice trentasettenne mette a nudo le curve delle sue natiche con un gioco d’ombre che rende lo scatto del fotografo Darren Ankenman ancora più intrigante.
Non è la prima volta che la Hudson omaggia i suoi fan con immagini simili e anche se l’ultima postata non è recente, resta comunque un inedito sul suo profilo Instagram. Con oltre 70mila like in un giorno e una cascata di complimenti ha ottenuto un bel record di approvazioni.
Figlia dell’attrice Goldie Hawn e madre di due bambini, Kate è una patita di fitness e sport tanto che solo pochi mesi fa ha pubblicato il libro “Pretty Happy: Healthy ways to love your body” nel quale suggerisce consigli su come prendersi cura del proprio corpo. Se i risultati sono questi… varrebbe proprio la pena acquistarlo.

Satta: “Per mio figlio rinuncio al perizoma”

Un tripudio di musica e colore ha fatto da cornice al Calzedonia Show 2016, l’eclettica sfilata di costumi in cui è stata presentata la collezione beachwear del brand.
A raccontarci il mood di questo spettacolo, nel backstage, è stata la stessa Melissa Satta, da anni testimonial per il gruppo Intimissimi:
“Ci sono tanti temi e toccheremo diversi stili. Si inizia in bianco e nero e si finisce in brasile. Poi siamo stati molto attenti allo sport: costumi da bagno fitness, per invogliare la gente a muoversi!”.

melissa-satta-calzedonia-summer-show-2016-4

Bellissima e molto più magra dal vivo che in video, l’ex velina ha svelato a Lookdavip anche qualche curiosità personale, qualche segreto di stile e commentato con noi alcune tappe della sua carriera.
Melissa, il tuo modello di bikini preferito, se dovessi costruirtelo addosso, come sarebbe?
Di sopra, porto sia fascia che triangolo. Non amo i costumi imbottiti perché sono già abbastanza dotata quindi l’imbottitura nel mio caso è inutile.

Schermata-2016-04-07-alle-11.20.26

Però mi piace essere comoda quindi dipende un po’ dall’occasione, tra fascia e triangolo mi sbizzarrisco.Magari la culotte la eviterei: al mare è un po’ eccessiva. All’inizio, da ragazzina brasiliano tutta la vita. Adesso sono mamma quindi cerco di contenere un po’ di più. Sotto prediligo uno slip coi fiocchetti, il classico slip carino e sexy. Il nero e la tinta unita vanno sempre, però in estate bisogna osare quindi viva il colore e le fantasie.
Costume intero, invece, meno. Non è la mia prima scelta per andare in spiaggia. Però può essere il cambio quando alle 7 vuoi fare l’aperitivo.
E’ un costume che tutte le donne dovrebbero avere. Molto adatto per esempio per la piscina.

Schermata-2015-04-21-alle-11.12.54

Melissa Satta in passerella: da quanti anni sfili per Calzedonia?
Ho perso il conto, è davvero da tanto. In passato ho sfilato anche per Intimissimi.
Hai esordito come modella, ti ricordi la tua prima sfilata?
Certo. A 16 anni per L’oreal: capelli e acconciature. Era Moda Mare Porto Cervo, un evento importantissimo che andava su Canale 5. Erano i miei primi lavoretti. I miei genitori non mi permettevano di fare tanto perché ci tenevano che studiassi.
Cosa non può mancare nell’armadio della Satta?
I jeans, gli short di jeans e le tshirt bianche basiche. Io così son vestita e son contenta!
E’ cambiato il tuo guardaroba da quando sei mamma?
E’ cambiato eccome! Adesso quando esci devi pensare cosa vai a fare. Se devi uscire da sola, per questioni lavorative, è un conto. Se devo andare al parco con mio figlio, oppure portarlo a mare, cerco di essere un pochino più attenta. Non sto più col brasiliano ma cerco di mettere una mutanda un po’ più coprente. Non tanto per i paparazzi, ma soprattutto per rispetto degli altri bimbi. Secondo me ci vuole sempre un decoro in ogni situazione: non mi sembra carino che sei li con altri bimbi a giocare con sabbia e palette e la mamma è in perizoma. Cerco di contenermi insomma!
Calzedonia è sinonimo di collant. Molte donne non li sopportano, altre li portano addirittura sotto i pantaloni, altre ancora preferiscono le autoreggenti: tu che tipo di calze usi?
Il collant per me è un accessorio. Ne posso fare a meno ma lo uso perché mi diverte. Deve completare ciò che indosso, definendo il mio look.
Non uso collant per coprire o per il freddo, perché non soffro il freddo. E’ semplicemente un accessorio. Per esempio, sotto un jeans strappato se metti un collant un po’ particolare, un po’ pazzo, ci sta. Vanno molto di moda e a me piacciono da morire i collant con i tatuaggi…
Conservi qualcosa dei costumi da velina?
Quanti ne ho messi! In tre anni, andando in onda tutti i giorni. Ma conservo poco e niente.
A proposito di Striscia, tu eri in coppia con Thais: vi sentite ancora?
Lei è tornata in Brasile, per cui c’è una grande distanza, però siamo rimaste in buoni rapporto.
Melissa Satta a Tiki Taka, sempre sexy e sotto gli occhi dei tifosi: come la vivi questa esperienza?
E’ stata una sorpresa avere un pubblico anche femminile. Quando è nato il programma, si pensava a un pubblico esclusivamente maschile e invece abbbiamo avuto un ritorno molto positivo anche da parte delle donne. Per quello mi diverto molto anche a giocare con i look, non essendo un programma troppo istituzionale di calcio, troppo serio.
E’ un talk-show divertente, cerchiamo di toccare tutti i temi. Il tema principale è il calcio ma cerchiamo di scherzare col gossip e anche con la moda. Ci sono sempre ospiti di vario genere… E’ questa secondo me la chiave di successo del programma.
una bella esperienza, sono già tre anni. Un successo che si riconferma!

Pellegrini contesa tra Swarovski e Wellington

C’è un dilemma che attanaglia Federica Pellegrini. Riguarderà le Olimpiadi di Rio che si avvicinano sempre più? Ma no! Il suo dubbio è tutto orientato sulla moda. “Cosa indosso oggi al braccio?”, si chiederà sicuramente la sportiva mentre decide quale scatto postare su Instagram.

Federica-Pellegrini-orologio-Swarovski-3

Sguardo in camera, corpo scolpito e portamento fiero. Chi più di Federica Pellegrini poteva incarnare il volto ideale del nuovo Activity Tracking Jewelty di Swarovski, il primo device indossabile in grado di monitorare le attività quotidiane?
La collezione, disegnata in collaborazione con Misfit, integra nell’Activity Crystal, l’iconico cristallo centrale, un’innovativa tecnologica di tracking che registra l’attività fisica sia di giorno che di sera.

Federica-Pellegrini-orologio-Swarovski_2

Questo gioiello tecnologico memorizza gli obiettivi di fitness per aiutare l’utente a concentrarsi sul traguardo ed è resistente fino a 50 metri di profondità, perfetto per la nuotatrice.
Smesso il costume Federica Pellegrini si concede una cena a base di sushi ed ecco che qui sfodera un altro vezzo al braccio, il Classic Winchester di Daniel Wellington.
L’orologio, mix perfetto di eleganza ed esuberanza col tocco rosa nel cinturino, arricchisce ogni look in modo composto.
Insomma, nell’indecisione Federica Pellegrini sceglie entrambi e fa contenti tutti.

Lo sport protegge il cuore, soprattutto in menopausa

FITNESS-51Nelle donne l’allenamento regolare tiene basso il rischio cardiovascolare, in aumento con il crollo di estrogeni. Meglio lo sport di squadra, da fare due volte la settimana.

Dovrebbero seguire l’esempio dei coetanei uomini, impegnati con il calcetto settimanale anche dopo i 40-50 anni: non solo per tenersi in forma, ma anche per per contrastare il crollo di estrogeni e un aumentato rischio cardiovascolare ad esso correlato.  Nelle donne lo sport di squadra, infatti, sarebbe un toccasana per il cuore. Lo spiega una ricerca dell’Università di Copenhagen secondo cui basterebbero due allenamenti a settimana per migliorare la pressione e proteggersi, con il tempo, da ictus e infarto.