Giovanni Conversano e la verità su Serena “Non fu vero amore, interessi commerciali”

“Non fu amore. Non puoi innamorarti di una ragazza vedendola mezz’ora al giorno”. Dopo molto tempo Giovanni Conversano torna sulla sua love story al tempo di “Uomini e donne” con Serena Enardu: “Non è possibile – ha fatto sapere a “DiPiù”, come riporta gossipblog – Chi lo dice, mente.

giovanni-conversano-serena-enardu

La nostra fu una unione dettata anche da forti interessi economici. I locali, specie le discoteche, facevano a gara per averci. C’erano vere e proprie aste. Ospitarci poteva costare anche venticinque mila euro alla volta. Se, invece, andavo nei locali da solo, costavo circa cinquemila euro”. La storia non è finita per mancanza d’amore: “non c’erano affinità caratteriali e non c’erano obiettivi in comune. Avevamo e volevamo due vite completamente diverse. Smettemmo di vederci quando l’interesse dei gestori per averci nei locali in coppia venne a mancare. All’improvviso non la sentii più”.
Il tempo del trono è lontano: “Sette anni – racconta l’ex tronista al settimanale Di Più – in cui sono cresciuto, invecchiato, cambiato dentro e fuori. Non sono più la persona che ero: sono diventato un uomo. Ho smesso di andare in televisione, ho smesso di correre dietro le ragazze che avevo intorno, mi sono fidanzato e mi occupo della mia agenzia di comunicazione”.