Berlusconi vittima di estorsione, “un’Olgettina voleva un milione”

photo_verybig_144295Silvio Berlusconi nella sua deposizione come parte offesa in Procura, da quanto si è saputo, ha confermato, come già documentato in un esposto, di essere stato vittima di un tentativo di estorsione da parte di Giovanna Rigato, giovane che ha partecipato alle serate hard ad Arcore e che è anche indagata nel procedimento cosiddetto ‘Ruby ter’, dove l’ex premier è imputato.
Rigato, come avrebbe riferito il leader di FI, voleva un milione di euro e l’avrebbe minacciato dicendo che avrebbe cambiato versione sul caso Ruby sui media.

David Beckham ricattato dagli hacker: «Paga un milione di euro o pubblichiamo le mail»

Anche David Beckham finisce nella trappola degli hacker. Il centrocampista inglese sarebbe stato vittima di un ricatto da un milione di sterline prima che la sua corrispondenza personale venisse diffusa alla stampa di mezzo mondo.

1362058_7_db6

Si tratta di 18.6 milioni di mail e documenti sottratti al server della Doyen Global, la società del PR di Beckham Simon Oliveira. Secondo il Mirror, i criminali informatici avrebbero utilizzato server russi per pubblicare i documenti sul sito di Football Leaks. Tra quelli resi noti ci sarebbe anche una mail in cui, l’ex capitano della nazionale inglese, definiva «Una manica di str…» i membri dell’Agenzia delle Entrate di Sua Maestà.
Carte alla mano, Beckham sarebbe dovuto diventare baronetto nel 2014, ma la Her Majesty’s Revenue and Customs avrebbe messo il veto. «Ci hanno contattati via mail per ricattarci. È stata un’estorsione bella e buona», ha rivelato una fonte del Mirror. «L’indagine va avanti da tempo e ha coinvolto diverse aziende note. L’attacco non era rivolto a David, ma si è trattato di un’operazione di fishing in cui Beckham si è ritrovato coinvolto». Il ricattatore, che si è firmato Artem Lovuzov, ha scritto al CEO di Doyen Spots: “Il leak è molto più grande di quanto immagini, una generosa donazione farà sì che tutte le informazioni in mio possesso vengano distrutte”. Quando gli è stato chiesto di definire il termine “generoso”, l’hacker ha spiegato che “Una cifra tra le 500mila e il milione di sterline sarebbe stata una cifra adeguata”.

Mariah Carey su Facebook live in sexy lingerie. Il video fa un milione di visite

Mariah Carey in un video dal vivo in lingerie sulla sua pagina ufficiale di Facebook, da una camera d’albergo a Los Angeles presenta il suo ultimo singolo. Il filmato postato dalla popstar 46enne è stato visto oltre un milione di volte nella prima ora, diventando subito virale.

C_2_fotogallery_3008780_10_image

La cantante indossava un corpetto nero nella camera da letto romanticamente illuminata. Le sue lunghe gambe distese con le calze a rete nere velate. Mariah ridendo dice: “Non posso dire alcune di queste cose” mentre legge i commenti. La diretta streaming è servita a promuovere il suo nuovo singolo, ‘I Do not’, inciso con il rapper YG, il cui vero nome è Keenon Daequan Ray Jackson. Mariah ha postato sul suo account
Instagram un teaser del video.
Il roll-out del suo nuovo singolo sarebbe cominciato poco dopo, a mezzanotte, in tutto il mondo. La popstar ha anche fatto sapere che un nuovo album non è nei suoi piani in questo momento. Ha detto che sta facendo i singoli perché è più divertente per lei, ma che spera di rilasciare un numero sufficiente di singoli, per poter essere in grado di metterli insieme in un album.
E per finire l’anticipazione ai fan, Mariah aggiunge che sta attualmente lavorando su un nuovo progetto segreto con un amico, che ha “molto talento”.

Lo zio querela la Bertè: mi diffama voglio un milione di euro

L’ex regina della canzone italiana, Loredana Bertè, in tribunale a Padova per una querela dello zio: galeotto è il  suo libro autobiografico “Traslocando” nel quale parlo del fratello di sua madre come di  «un poco di buono», uno «che entrava e usciva di galera».

GN4_DAT_3545388.jpg--E così lui, zio Rodolfo Dato, 76 anni, ha depositato in procura a Padova la querela per diffamazione che riguarderebbe anche la memoria della nonna di Loredana  (deceduta 58 anni fa) anche lei citata nella frase incriminata: «Mia nonna aveva un sacco di galline e sapeva come difendersi dallo zio Rodolfo. Sotto la gonna aveva cucito delle tasche interne, piangeva miseria ma a sera quando si spogliava dal nascondiglio uscivano i risparmi, rotoli di denaro che rivelavano ricchezze inaspettate. Viveva tra il pollaio e l’uscio della stamberga». Lo zio o e la Berté non si parlerebbero da 20 anni: lui  ha intenzione di portare avanti la causa penale e di chiedere 500 mila euro alla nipote e 500 mila euro alla casa editrice Rizzoli che stampa a Padova.

Kendall Genner, il nudo su Instagram da 1 milione di like. Ma non è tutto come sembra

Kendall Jenner ha postato una foto di un nudo a cavallo su Instagram subito i suoi fan sono impazziti con una pioggia di like.

20151130_112132_kendal (1)

Con molta probabilità il milione di cuoricini raccolti su Instagram non era destinato al cavallo, ma alla modella. Ed è proprio qui l’inghippo: mentre sembrerebbe automatico pensare che si tratti della Jenner, ma così non è: si tratta della modella francese Elisa Meliani, che in realtà ha caricato l’immagine sul suo profilo lo scorso anno, raccogliendo solo 1.944 like. La Kendall non lo aveva specificato, ma la modella è sembrata comunque felice.