Levante: “Metto a nudo il mio dolore, si cade ma la vita sorprende sempre”

Che si possa fare musica rifiutando i talent Levante ne è la prova. La cantautrice (Claudia Lagona, ndr) è al suo terzo album, i suoi live sono sempre sold out e collabora con artisti come Max Gazzè, Fedez e J-Ax (Assenzio, ndr). Allontana il paragone con Carmen Consoli e va dritta verso la sua strada, che a 30 anni le permette di raccontare, come fa “Nel caos di stanze stupefacenti” che esce il 7 aprile, di quando si cade e ci si rialza dal dolore guardandosi allo specchio. Ma anche di abuso di social, violenza sulle donne e omosessualità…

C_2_articolo_3064634_upiImagepp (4)

E’ un album dedicato a chi è caduto e ha avuto il coraggio di rialzarsi, a me stessa in realtà, perché c’è tanto di me, perché nel dolore la vita ti sorprende sempre”, sottolinea. Immagina il disco come dodici stanze, in cui appunto ci si specchia: “In queste stanze c’è molto rumore, avevo bisogno di raccontare il caos che nasce dal profondo silenzio in cui mi sono ritrovata nell’ultimo anno”.
Quel dolore che le permette di mettersi a nudo, come nella cover del disco, in cui Levante appare bellissima, in slip e canotta mostrando le gambe, ma lo fa con il candore di una bambina: “Qualcuno ha criticato negativamente la foto e mi è dispiaciuto: se avessi voluto mettermi in mostra in maniera sexy avrei fatto altro. Io, nella mia stanza, sono così. E così mi sono voluta mostrare: una bambina di fronte a uno specchio”.
Lo stesso specchio che spesso ritroviamo nei social, che la cantautrice frequenta, senza però abusare come racconta nel primo singolo “Non me ne frega niente”: “Sono stata aggredita verbalmente dopo il mio giudizio negativo sul modo di manifestare solidarietà a Parigi in occasione degli attentati. Quello che è accaduto su Facebook dopo i fatti del Bataclan mi ha spinta a scrivere ‘Non me ne frega niente’. Rimasi scioccata, quel modo di esserci non mi era piaciuto e ricevetti commenti pesanti. Io non critico la rete, ma il modo poco educato di utilizzarla. Credo non ci siano grandi differenza fra realtà e internet, ma per strada non useresti mai quei modi che invece vengono utilizzati sui social. Mi dissocio dalla maleducazione”.
Nell’album Levante affronta anche temi come la violenza sulle donne e omosessualità. In “Gesù Cristo sono io” canta “una donna che si crede una regina ma in testa ha una corona di spine”: “Sono abituata a scrivere di me, questa volta, senza grandi pretese, ho voluto raccontare la storia delle donne maltrattate. Ho preso spunto da fatti biblici per raccontare la situazione di quelle donne che non hanno più il coraggio di esporsi. Perché, quando ami il tuo carnefice, non è facile chiedere aiuto”. Mentre “Santa Rosalia” è “una filastrocca dedicata a un’amica, scritta come se si volesse spiegare l’omosessualità ai bambini, con semplicità, parlo di una persona a me molto cara”.
La gavetta l’ha fatta nei pub e nei locali, ha detto no a X Factor ma oggi è soddisfatta: “Nel 2010 fui contattata per X Factor, invece decisi di partire per Leeds e di dormire per mesi sul pavimento del bagno. Forse non ho fatto la scelta giusta (ride, ndr). Non giudico chi fa i talent, credo siano due strade diverse ma comunque faticose. Ci vuole coraggio anche a fare tv, c’e’ il rischio di essere dimenticati. E’ necessario avere progettualità, altrimenti diventa un pericoloso salto nel vuoto”. Ma un giorno, forse, la vederemo a Sanremo: “E’ un palco che continuo ad ambire. Mi è caro, sono cresciuta guardandolo. In realtà sogno Pippo Baudo: sarebbe bello se potesse dire ‘l’ho inventata io’…”.

Chiara Ferragni alla fashion week di Parigi, seno e piercing in mostra su Instagram

Chiara Ferragni si trova a Parigi per la Fashion Week 2017, e su Instagram si mostra subito in lingerie dior, con il seno praticamente visibile, dalla sua camera d’albergo. In evidenza anche il piercing al capezzolo destro.

2292723_ferragnipiercingseno

La Ferragni si trova nell’Hotel di lusso Park Hyatt, dal quale può godere di una splendida vista della capitale francese.
La fashion influencer si è recata alle sfilate in compagnia di Olivia Palermo, lanciando l’hastag #TheBlondeSaladGoesToParis. Il suo look è stato criticato nei commenti sui social, dove invece la Palermo è stata più apprezzata.

‘Papu’ Gomez e signora, proposta indecente di San Valentino: “E Cupido muto”

Alejandro ‘Papu’ Gomez mattatore non solo in campo. Il piccolo attaccante argentino dell’Atalanta, infatti, non regala spettacolo solo nel rettangolo verde di gioco, ma anche sui social, dove diverte i propri follower con contenuti di vario genere.

2258817_papu_gomez_san_valentino_champions_cupido_muto

Quello del ‘Papu’ è probabilmente uno dei video di San Valentino più divertenti di quest’anno. Insieme alla moglie Linda è infatti protagonista di un simpatico siparietto: «Ti piace Parigi? E Barcellona? Allora restiamo a casa stasera, c’è la Champions League». Il riferimento è alla sfida delle 20.45 tra PSG e Barça, con una didascalia piuttosto singolare e degna di nota: «E Cupido muto».

Victoria’s Secret Fashion Show, a Parigi gli angeli sfilano con i big della musica

Grande festa per il Victoria’s Secret Fashion Show. Le modelle più belle del mondo hanno sfilato tra lingerie sexy e dai tratti carnevaleschi tra le performance di Lady Gaga, Bruno Mars e The Weeknd. nella capitale francese.

012508743-15679f18-26aa-4a68-8af4-3aa420fef671 (1)Gli angeli sono stati i protagonisti delle passerelle di Parigi nell’appuntamento annuale dello show che nell’edizione 2016 si è tenuto al Grand Palais di Parigi. Tra le 52 bellezze in passerella erano presenti  Gigi e Bella Hadid, Alessandra Ambrosio, Kendall Jenner, Irina Shayk, Sara Sampaio.  Pezzo top della serata il reggiseno da tremila dollari indossato dalla modella Jasmine Tookies. Il capo è stato progettato da Eddi Borgo ed è ricoperto da novemila pietre preziose.

Fanny, Le Donatella… star che copiano le star

Il fascino delle star americane è irresistibile, tanto per la gente comune quanto per le stelline minori che ambiscono a un posto nel firmamento hollywoodiano. In attesa di un lancio planetario, le vip si accontentano per ora di vestirsi come i loro idoli.

star-che-copiano-le-star-3

E’ il caso di Fanny Nuguesha che fa le prove da Kim Kardashian. Parrucca biondo platino per l’ex fidanzata di Mario Balotelli che si fa immortalare a Parigi con abiti che ricordano in tutto e per tutto le collezione di Kanye West per il suo brand Yeezy.
La giacca di jeans con la scritta Pablo e gli stivali in plastica trasparente, del valore di migliaia di dollari, sono stati paparazzati tantissime volte sulla Kardashian. Fanny Neguesha però ricorre al low cost: sia la giacca che gli stivali costano 70 euro.
Le Donatella Silvia e Giulia Provvedi s’ispirano invece a Rihanna per il loro look urban.
Le gemelle cantanti erano in prima fila a Milano per il lancio della linea Fenty Puma disegnata dalla popstar barbadiana.
Per loro leggings con sensuali stringhe laterali e felpa over bianca. A completare il look un paio di sneakers con platform grige. “Sentirsi Rihanna per un giorno”, scrivono le due sognanti su Instagram.

Irina Shayk nuda su Gq: “Io con una donna? Mai! Sono russa: amo gli uomini e i gioielli”

Il corpo perfetto di Irina Shayk è il protagonista del numero di settembre di GQ Italia. La top model russa è ritratta in esclusiva per il magazine dal fotografo-star Mario Sorrenti, che la immortala nella stessa posa in cui fotografò Kate Moss nel 1993.

C_2_fotogallery_3004373_3_image

Ad intervistarla è invece lo stilista Riccardo Tisci, a cui la la Shayk svela “da piccola non pensavo di essere particolarmente carina: pensavo di essere orribile e di non piacere a nessuno”.”Sono nata e cresciuta in un piccolo paese. A 14 anni avrei dato non so cosa per essere un ragazzo: pensavo di essere orribile e di non piacere a nessuno” racconta Irina, che si dice “fiera di essere russa”. Innamorata del suo Bradley Cooper, la Shayk esclude di poter desiderare una donna e alla provocazione risponde: “Sono russa, preferisco gli uomini, i diamanti e il caviale.”
Delle sue umili origini, ricorda di “non aver mai preso un aereo fino ai 19 anni” e alla domanda di Tisci sul momento più imbarazzante della sua vita, Shayk svela che è stato “quando, a vent’anni, sono andata a Parigi per la prima volta. Non avevo niente da mettermi e a volte neanche da mangiare. Ricordo di quanto fossi in imbarazzo con le altre modelle per il modo in cui ero vestita”. Ma anche senza nulla addosso, cara Irina, non passi certo inosservata…

Bianca Balti, infuocata e trasparente a Parigi

C’è tanta passione sul red carpet del L’Oreal Red Obsession Party, tenutosi a Parigi durante la fashion week. La festa ha visto protagoniste tutte le ambassador del colosso della bellezza, da Irina Shayk (che non ha risparmiato baci al fidanzato Bradley Cooper) a Eva Longoria fino a Doutzen Kroes e Karlie Kloss.

1457523415_bianca_balti_in_rosso

Ma, e noi italiani ne andiamo davvero orgogliosi, è una la star del Dream Team che ha davvero acceso la serata: Bianca Balti.
La modella ha infuocato gli animi con un abito aderentissimo di Michael Angel, dallo spacco vertiginoso e decisamente sheer. Sotto le trasparenze ecco spuntare un seno perfetto, sodo e prosperoso.
Sembrano lontani i tempi in cui Bianca Balti dichiarava di far fatica a smaltire i chili di troppo presi in gravidanza, ora la modella lodigiana è più in forma che mai. L’outfit sexy è completato da unghie e rossetto ovviamente color rubino. Lunghi capelli neri e sandali oro completano questo look bollente.
Diva planetaria e attentissima mamma di Matilde e Mia, Bianca Balti è stata votata, in un recente sondaggio per l’8 marzo, un’icona di stile, copiata da una donna italiana su due. Tanto apprezzata da superare perfino Grace Kelly e Audrey Hepburn.
Questo look da femme fatale sensuale e indipendente non può che fare il pieno, ancora una volta, di apprezzamenti.

Claudia Galanti, viaggio per ricordare Indila: “Sono sola, mi tengono in vita i miei figli”

Un momento non particolarmente felice per Claudia Galanti.
La showgirl, a un anno dalla scomparsa della sua bimba, Indila Carolina, ha fatto un triste viaggio a Parigi.

1448635027_56586d9070acd-624x350

Claudia, come ha confidato a “Chi” si è recata lì per far divertire i piccoli e ricordare la piccola: “Un anno fa – ha confidato alla rivista – è mancata la mia bambina. Sono venuta a portare i suoi fratellini a Disneyland, ma poi sono andata a piangere sulla sua tomba. Sono sola, senza un uomo e la famiglia in Paraguay: per fortuna ho loro”.

Miley Cyrus, il “Milky Milky Milk tour” è il più provocatorio di sempre

Palloni colorati, coriandoli a profusione, enormi soli con lo smile, bandiere della pace e parrucche viola fluo. Ma anche nudità e simboli sessuali indossati provocatoriamente. Il “Milky Milky Milk Tour” si candida a essere il più eccessivo e provocatorio di Miley Cyrus, che in quanto a provocazione ha già fatto vedere parecchio.

C_4_foto_1416526_image

Con lei sul palco Dan Deacon e Flaming Lips. Il tour, che si svolgerà per un mese tra Stati Uniti e Canada, è di supporto all’album “Miley Cyrus & Her Dead Petz” che Miley ha pubblicato a sorpresa la notte degli Mtv Video Music Awards, offrendolo per un download gratuito in Rete.
Se qualche artista in questi giorni ha preferito annullare tour e concerti dopo i fatti di Parigi, o di scegliere magari un profilo basso per il clima non esattamente festaiolo che il mondo sta vivendo, altri hanno deciso di reagire rivendicando la necessità di continuare a vivere la vita come sempre fatto. E la Cyrus si è spinta persino oltre, arrivando a presentarsi in un momento dello show con indosso seni e fallo finti, in un’esibizione dalle tinte hard, anche se condita dall’autoironia che da sempre caratterizza Miley. Certo, se ai concerti il pubblico si è mostrato entusiasta, in Rete le critiche sono piovute pesantissime. Ma lei non sembra preoccuparsene.

Carmen Consoli: “Venerdì sera ero a Parigi, è stato un inferno. Ecco com’è andata”

«Venerdì ero a Parigi, ho trascorso la serata e la notte rintanata ad ascoltare rumori sinistri salire dalla strada: spari, urla, sirene».

20150409_95030_IMG-0540

E’ il drammatico racconto di Carmen Consoli, che si trovava a Parigi durante gli attentati terroristici di venerdì scorso. Un’esperienza che per la cantante non sarà facile dimenticare e che racconta sulla sua pagina Facebook.
Per questo, la Consoli ha deciso di annullare il suo tour europeo. «La musica, l’arte sono espressione di bellezza e fonte di grande felicità – ha scritto – Mi perdonerete, quindi, se in questo momento non riesco a trovare nel mio cuore la gioia che mi ha sempre spinta a suonare. Ho atteso e riflettuto, ma non posso cantare: il canto mi si ferma in gola. Tornerò presto sul palco, ma non ora. Il tour estero dovrà attendere. Scusatemi. À bientôt, Paris».