Il dramma di Alba Parietti: “Ho avuto il cancro…”. Il post choc

A pochi giorni dalla puntata di Report sui vaccini contro il papilloma virus, in un post su Facebook Alba Parietti racconta il suo dramma: “Anch’io ho avuto il cancro”. Ecco il suo racconto: “Nell’estate 1997 a 36 anni a causa del papilloma virus, venni sottoposta d’urgenza, a un’operazione chirurgica che ,grazie alla prevenzione e allo scrupolo del mio ginecologo si rivelò risolutiva.

Alba_Parietti_2

Il papilloma mi aveva causato una neoplasia grave, tradotto in termini semplici: un cancro maligno al collo dell’utero, che senza la prevenzione mi avrebbe certamente portato a gravissime conseguenze. Se non alla morte in altri tempi”.
E continua: “Tutto era dovuto alla degenerazione del papilloma e trascuratezza da parte di medici poco capaci di fare diagnosi precoci. Pap test, colposcopia e biopsia che mi permise di prendere atto della mia grave patologia. Il papilloma non porta sempre al cancro, intendiamoci, ma può degenerare, va tenuto sotto controllo, se contratto . La vaccinazione è importante a mio avviso”. Per Alba fortunatamente c’è stato un lieto fine. “La mia storia è stata fortunata e io ho vissuto serena , ho avuto una vita assolutamente felice e normalissima, non bisogna avere paura di sapere, si combatte il nemico se lo si riconosce. Dopo l’intervento, tutto bene e senza conseguenze, festeggiai con le amiche che mi avevano accompagnato supportato, uscii senza nemmeno terapie successive di chemio o radio, ma dovetti fare solo un secondo intervento anni dopo che ha risolto definitivamente il problema. Senza menomazioni o traumi. Prevenire il peggio. La medicina e la ricerca ha fatto progressi. La prevenzione salva la vita. Le vaccinazioni pure. Progrediamo anche noi”.

Francesca De Andrè choc da Barbara D’Urso: “Mio padre ha massacrato di botte mia sorella”

Francesca De Andrè, nipote di Fabrizio De Andrè, durante la puntata di Domenica Live ha rilasciato delle dichiarazioni choc nei confronti del padre Cristiano.
Tra i due i rapporti non sono mai stati idilliaci ma le accuse che Francesca ha lanciato sono molto forti: “Alice ha 17 anni – acconta alla D’Urso Francesca – se fosse maggiorenne sarebbe qui a raccontarlo.

14908203_1181909935204353_5111727022501650541_n

Quest’estate l’ha letteralmente massacrata di botte. Lei ha sbattuto la testa e si è fatta male, sono intervenute le guardie. Se fossi stata presente io non so cosa sarebbe successo. Mia sorella è dovuta scappare di casa alle 6 di mattina. Quando lei se ne è andata di casa, lui non l’ha nemmeno chiamata o cercata. Lei ora non gli parla più”. Barbara D’Urso visibilmente sorpresa le fa però notare che le accuse lanciate dalla nipote di De Andrè sono molto forti e che se ne deve assumere ogni responsabilità. “Io sono pienamente consapevole di quello che sto dicendo – risponde Francesca – Mio padre ha picchiato mia sorella Alice” . “Hai delle prove”, chiede la D’Urso. “Come prova – prosegue Francesca – ho il suo racconto, quello di sua madre e la parola dello psicologo che la sta seguendo. Alice ha sempre provato a dirmi che mio padre era cambiato, ma la verità è un’altra e ora è venuta fuori”.

Kevin Costner: “Vi racconto il mio sogno…”

“Tutti sanno che non sono perfetto come persona ma nella vita ho avuto molta fortuna: ho dei figli sani, ho potuto realizzare i miei sogni, ho realizzato quasi tutte le mie imprese. Ovviamente, tutti noi abbiamo le nostre ferite, anche io ho i miei trascorsi, ma posso dire di sentirmi realizzato”. Kevin Costner si racconta in una video-intervista in diretta a Domenica Live, tra ricordi e sogni.“Il mio sogno – confida – è quello proprio di tirare su i miei figli (n.d.r ne ha sette), insegnare loro a essere qualcuno. Questo vale per maschi e femmine. È un privilegio che non voglio cedere a nessuno”.

KEVIN-COSTNER-FAMIGLIA-645

L’inizio della carriera di Costner è stato segnato da una “benedizione” molto speciale. Prima di intraprendere il mestiere di attore, ha incontrato in aereo Richard Burton.
“Gli ho chiesto qualche consiglio. Non ho mai dimenticato quell’incontro. L’unico lato triste è che non l’ho potuto incontrare di nuovo e ringraziare personalmente, quando sono diventato attore”.
Kevin Costner è in Italia per promuovere il suo nuovo film, “Criminal”, in uscita nelle sale italiane il 13 aprile, in cui il suo personaggio viene sottoposto a un trapianto di cervello, ricorda la D’Urso, che gli domanda, di chi, se fosse possibile, vorrebbe avere una parte di cervello.
Costner glissa e ribadisce la semplicità dei suoi desideri: “Credo di essere stato più fortunato di qualsiasi persona sulla faccia della Terra. Il mio sogno è che i figli riescano nelle loro imprese individuali. Quando vedo che hanno successo… penso sia la miglior ricompensa per un uomo”.