Andrea Iannone e i segreti di Belen Rodriguez: “Ecco cosa mi ha fatto innamorare”

“C’è una trasparenza incredibile fra di noi”. In una lunga intervista la “Corriere della Sera”, Andrea Iannone racconta la sua love story con Belen Rodriguez: “Ci siamo guardati negli occhi e detti tante cose, belle e brutte – ha fatto sapere – C’è un confronto costante. Intelligenza e personalità sono le cose migliori di lei, che non puoi vedere da una foto. Belen è una persona di grandi valori”.

iannone belen-2 (1)

A farlo innamorare il suo lato “domestico” (“La pasta al pomodoro che fa lei è speciale” e “Mi sta contagiando con la musica latina“), anche perché a lui non piace il gossip: “La mia vita in generale è più tranquilla di quello che la gente pensa. Mi alleno tanto, certe sere posso anche uscire a cena, vado in giro con la fidanzata, ma tante altre sere sto in casa con gli amici, o magari guardiamo un film. Faccio più o meno la vita che ho sempre fatto”.

“Mistero Adventure” riparte dai segreti della Turchia

Quarto appuntamento con “Mistero Adventure” lunedì 4 gennaio in prima serata su Italia 1. Il programma, come di consueto, offrirà suggestivi viaggi alla scoperta di terre lontane.

img.php

Laura Torrisi e Fabio Troiano questa volta andranno in Turchia, per indagare quali segreti e misteri nasconde il paesaggio della Cappadocia. Elenoire Casalegno sarà ad Oropa tra il famoso santuario mariano e l’oscura Oropa Bagni, una zona divisa tra il sacro e il profano. Daniele Bossari eplorerà un cimitero a cielo aperto per studiare il culto dei morti a Bali. Rachele Restivo, per la sua rubrica dedicata ai misteri delle popstar, si occuperà di Miley Cyrus.

Carmen Consoli: “Quell’uomo sconosciuto che mi ha regalato Carlo”

La sfida di crescere il figlio senza un padre, la scelta di avere Carlo grazie a un donatore sconosciuto. Per la prima volta Carmen Consoli apre i cassetti più segreti della sua vita e lo fa in una lunga intervista al settimanale “Grazia”.

C_4_foto_1283792_image

La “cantantessa”, 41 anni, racconta del viaggio in clinica accompagnata dalla mamma: “Per il mio bambino ho scelto il seme di una persona disponibile a essere contattata”.”Non voglio che Carlo (che ha due anni e mezzo, ndr) – prosegue – passi la vita a cercare suo padre negli occhi di un uomo. E’ stato mio papà, scomparso nel 2009, a suggerirmi l’idea di avere un figlio da sola. Era anticonformista, libero, convinto della enorme superiorità delle donne”. Carmen desiderava tanto un figlio: “Credo di essere nata mamma, ma stavo diventando grande… poi ho visto Gianna Nannini e ho pensato ‘Allora si può fare’. Così ho deciso di andare all’estero per una fecondazione assistita. E’ stata una esperienza molto forte ma molto bella”.
Decidere di non dare un padre al figlio però è stata molto difficile: “Ci ho pensato a lungo, ho avuto un papà fantastico, ma poi ho capito che la cosa più importante era garantirgli un nucleo di amore. Il mio bambino cresce circondato da una famiglia. Ho scelto un donatore disponibile a essere contattato, se e quando Carlo vorrà conoscerlo”. Anche la Consoli è curiosa di conoscere l’uomo che l’ha resa madre: “Moltissimo, lo immagino come una specie di vichingo, grande e grosso, perché Carlo è così. Secondo me è buono e intelligente, certe cose le sento”.
La maternità l’ha cambiata: “E’ come una lente che magnifica tutto. Ogni cosa viene impreziosita da questa presenza che mi ha riempito di senso della vita”. Per la cantautrice non è “ancora il momento dell’amore”, anche se ci spera: “Non sono ancora riuscita a costruire un rapporto solido con qualcuno ma sento che a 55 anni magari mi sposerò”.