David Beckham ricattato dagli hacker: «Paga un milione di euro o pubblichiamo le mail»

Anche David Beckham finisce nella trappola degli hacker. Il centrocampista inglese sarebbe stato vittima di un ricatto da un milione di sterline prima che la sua corrispondenza personale venisse diffusa alla stampa di mezzo mondo.

1362058_7_db6

Si tratta di 18.6 milioni di mail e documenti sottratti al server della Doyen Global, la società del PR di Beckham Simon Oliveira. Secondo il Mirror, i criminali informatici avrebbero utilizzato server russi per pubblicare i documenti sul sito di Football Leaks. Tra quelli resi noti ci sarebbe anche una mail in cui, l’ex capitano della nazionale inglese, definiva «Una manica di str…» i membri dell’Agenzia delle Entrate di Sua Maestà.
Carte alla mano, Beckham sarebbe dovuto diventare baronetto nel 2014, ma la Her Majesty’s Revenue and Customs avrebbe messo il veto. «Ci hanno contattati via mail per ricattarci. È stata un’estorsione bella e buona», ha rivelato una fonte del Mirror. «L’indagine va avanti da tempo e ha coinvolto diverse aziende note. L’attacco non era rivolto a David, ma si è trattato di un’operazione di fishing in cui Beckham si è ritrovato coinvolto». Il ricattatore, che si è firmato Artem Lovuzov, ha scritto al CEO di Doyen Spots: “Il leak è molto più grande di quanto immagini, una generosa donazione farà sì che tutte le informazioni in mio possesso vengano distrutte”. Quando gli è stato chiesto di definire il termine “generoso”, l’hacker ha spiegato che “Una cifra tra le 500mila e il milione di sterline sarebbe stata una cifra adeguata”.

Kylie Minogue svela il segreto della sua bellezza: sedute di onde dʼurto a 250 sterline lʼora

Trattamenti a base di onde d’urto, è questo il segreto dell’eterna giovinezza di Kylie Minogue. La cantante, che ha detto addio al botox già anni fa, vi si sottopone almeno una volta al mese, per un’ora, al costo di 250 dollari e il risultato è… sotto gli occhi di tutti. A 48 anni la pop star sembra una ragazzina.

24962265_skirt-il-regalo-di-kylie-minogue-ai-suoi-fan-audio-testo-0

La pop star australiana, ossessionata dalla paura di invecchiare, aveva già dichiarato nel 2010, di aver rinunciato definitivamente al botox e di utilizzare, come trattamento per il viso, unicamente una crema, di cui era anche testimonial e che in pochissimi giorni era andata a ruba in tutta la Gran Bretagna. Ma dietro allo splendore del suo viso, perfetto e senza segni dell’età, c’è qualcos’altro: un trattamento a base di radiofrequenze, che piace sempre di più anche molte altra star tra cui Amanda Holden, Nicole Scherzinger e la Spice Girl Mel B. Il trattamento ad onde d’urto è del tutto indolore e non invadente e agisce attraverso la radiofrequenza negli strati più profondi della pelle favorendo la produzione naturale del collagene.
Presentata nel museo britannico una nuova riproduzione della cantante 47enne, che si è guadagnata il titolo di sex symbol.