Chuando Tan, il modello asiatico che ha sconfitto il tempo

Cinquant’anni e non dimostrarli. E’ la fortuna di Chuando Tan, ex modello con la passione per la fotografia. Su Instagram una sequenza di scatti in cui mette in luce i suoi muscoli scultorei, un viso da ragazzino e una folta capigliatura nera. Soprannominato il Dorian Gray dell’Estremo Oriente, svela i suoi segreti di eterna giovinezza…

chuando-tan-aufmacher

Chuando Tan, alias CD, si allena in palestra quattro volte a settimana, nuota con costanza e come i bravi ragazzi va a letto presto. Non fa il bagno né di sera tardi né di prima mattina e mangia tutti i giorni il petto di pollo alla Hainan. Il risultato del suo stile di vita è sotto gli occhi di tutti.
Originario di Singapore, fotografo professionista e titolare di una agenzia di moda, il 50enne è particolarmente attivo sui social con tanto di selfie intriganti. Viso pulito, addominali scolpiti e ciuffo ribelle gli “donano” la metà degli anni… anche appena sveglio.

Vacchi: il ballo può attendere, il costume no

Arriva il caldo e Gianluca Vacchi torna in piscina. Almeno in quella scoperta, perché la sua villa di Bologna ne possiede anche una interna, adiacente alla palestra privata. Tra stilosi divani e vegetazione curata, Gianluca e Giorgia sfoggiano coloratissimi costumi.
Baciati dal sole e affiatati più che mai, Gianluca Vacchi e Giorgia Gabriele si rilassano a bordo vasca.

C_2_box_33477_upiFoto1F

La location è quella di sempre, ma i balletti non ci sono ancora. Sui social network sono in tanti a chiedersi quando arriverà la prossima danza di coppia che susciterà sorrisi, curiosità, emulazione e anche tantissime visualizzazioni.
Per ora Gianluca Vacchi e Giorgia Gabriele si limitano a una posa statica, una foto studiata, quasi patinata, accompagnata da qualche hastag e tag esplicativo: #gvlifestyle @effek. Tradotto: se ti piace lo stile di vita di Gianluca Vacchi, non puoi non avere i costumi Effek. In particolare la collezione disegnata da loro, un inno alla fantasia, al colore, alla libertà.

Sanremo luxury: i gioielli visti all’Ariston

Come ogni edizione, sul palco di Sanremo hanno fatto bella mostra di sé anche bellissimi gioielli. Ciascun artista ha scelto ciò che rappresentava il proprio stile, indossandolo a corredo del proprio look, a volte in maniera discreta, altre più vistosa. Sotto la lente anche la conduttrice Maria De Filippi, che ha portato all’Ariston dei preziosi che hanno fatto discutere.

C_2_box_25185_upiFoto1F

Importanti, eppure perfetti per valorizzare gli outfit spettacolari di Marica Pellegrinelli, i gioielli di Pasquale Bruni. Stesso brand per il collier che luccicava al collo di Rocio Munoz Morales.
Più discreto il girocollo di Antonella Clerici, firmato Crivelli, così come i preziosi portati sul palco da Annabelle Belmondo e Anouchka Delon.
Con le mani sul microfono, sono stati inquadrati anche dei bellissimi anelli e quest’anno la tendenza è stata abbondare. Bernard Delettrez firma gli appariscenti anelli di Elodie, sono targati Swarowsky quelli di Paola Turci e Giulia Luzi, Chanel firma i preziosi (e l’outfit) di Alessandra Mastronardi, mentre al dito di Carmen Consoli brillava l’anello Fiocco Damiani.
Capitolo a parte per Maria De Filippi, che per i gioielli è stata anche criticata. La conduttrice ha alternato pezzi importanti a preziosi minimal, dichiarando che alcuni le erano stati regalati dal marito e rivelando quindi un valore affettivo più che effettivo.
Impossibile non citare l’apparscente pendente in oro bianco, caratterizzato da due grossi smeraldi, di Eleuteri, che strideva sul cardigan nero. Mentre la rivière in oro giallo e citrini del 1960 di provenienza americana, con maxi ciondolo rotondo, della gioielleria Pennisi, non era del tutto valorizzata a causa della fantasia floreale del vestito.
La Collana Scapolare della Vergine del Carmine, con una medaglietta rettangolare d’oro giallo raffigurante la Madonna e incisione sul retro è un oggetto religioso da cui Maria De Filippi non si separa mai: all’Ariston, l’ha indossata insieme ad altri preziosi, in un mix variegato e molto personale.

JLo mostra le scarpe (ma anche il reggiseno)

Dalle vetrine glamour di Neiman Marcus a Beverly Hills, Jennifer Lopez e il designer di scarpe Giuseppe Zanotti presentano la collezione di calzature “Giuseppe for Jennifer Lopez“. Nome che da per scontato che Giuseppe è lui, Zanotti, amato e conosciuto dalle star di tutto il mondo, ma che chiarisce a tutti che la musa è lei, JLo, la diva latina più acclamata.

16299433_1371825499505758_3041634093322215420_n

“Le scarpe devono sollevarmi, letteralmente e figurativamente. Con Giuseppe, abbiamo creato una collezione femminile e ultra-moderna di tacchi vertiginosi e sexy” ha dichiarato Jennifer Lopez. “Ho sempre amato come Jennifer indossa le scarpe e ammirato il suo innato senso dello stile”, afferma Giuseppe Zanotti. “Questa collezione rappresenta una donna forte e sensuale, sofisticata, proprio come JLo”.

16298667_1371826092839032_2851294327274927142_n

Una Valentino Camustar tra le dita, a dimostrare che l’unica vera stella è lei e un candido abito-cappotto Cushnie Ochs (indossato senza niente sotto), che metteva in risalto il sandalo Leslie: durante la presentazione Jennifer Lopez ha posato per i fotografi con sicurezza e sguardo felino. Poi, curvandosi lievemente in avanti, ha lasciato che la scollatura mostrasse le curve del suo seno. Peccato che l’intimo color carne le abbia fatto lo scherzo di venire allo scoperto!

“Non ti sposo perché sei grassa”, Jennifer a 26 anni perde 57 chili

Patatine, cioccolatini, caffè, cibo cinese, alimenti take-away, bibite gassate erano la base della sua alimentazione, così Jennifer Ginley, 26enne di Liverpool, in breve tempo è ingrassata a dismisura arrivando a pesare 120 chili. In poco tempo il suo peso ha iniziato ad essere un problema: non poteva salire sulle montagne russe e, addirittura, aveva bisogno di un estensore della cintura di sicurezza quando viaggiava in aereo. Così Jennifer ha iniziato a non voler uscire e a vergognarsi di se stessa.

obesa-matrimonio_28171801

«Da piccola non ero in sovrappeso, poi quando sono andata al college è cambiato tutto. Vivevo lontano da casa e ho messo su 30 chili dopo essermi laureata», ha raccontato la donna al Daily Mail. Ogni tentativo di avere uno stile di vita sano è stato vano fino a quando il suo fidanzato, con sui stava insieme da 11 anni, le ha detto che si rifiutava di chiederla in moglie perché non avrebbe voluto una sposa “grassa”. Per Jennifer è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: si è messa a dieta, ha iniziato a fare esercizio fisico e in un anno ha perso 57 chili. La ragazza è stata anche nominata Miss Slinky del Slimming World 2017, si sente molto meglio, e ha anche ricevuto l’attesa proposta.

Rafa Nadal in campo con 845mila euro al polso

Sotto il caldo dell’Australian Open, Rafa Nadal ha sconfitto ai quarti di finale Milos Raonic. Attualmente al numero 9 del ranking Atp, il minorchino si prepara ora a sfidare in semifinale Grigor Dimitrov.

rafael-nadal-richard-mille-rm027-watch-2

Campione di stile e sex symbol, Rafa Nadal fa strage di cuori grazie al fisico muscoloso, ai capelli selvaggi e agli occhi profondi. Anche gli stilisti, da Tommy Hilfiger a Giorgio Armani, si sono accorti del suo potenziale e l’hanno voluto come testimonial di campagne patinate e sensuali.
Tornando sul campo, durante gli incontri Rafa Nadal veste Nike ma, per l’ultima partita, il vezzo che ha destato curiosità è stato un altro. Al polso del tennista c’era infatti un orologio di Richard Mille del valore di 845mila euro. La casa svizzera del lusso collabora da anni con Nadal, che ha sempre sfoggiato con scioltezza orologi dai prezzi folli. Così disinvolto che pare averne già rotti sei durante i match negli anni. Riuscirà questo Tourbillon dal colore accesso, che ricorda la terra rossa del Roland Garros, ad arrivare integro alla fine dell’Australian Open?

Melania Trump batte gli stilisti detrattori

Tra le polemiche seguite all’elezione del presidente americano Donald Trump, c’è quella relativa all’abbigliamento della First Lady Melania Trump: l’ultima puntata l’ha scritta, forse involontariamente, Stefano Gabbana, a colpi di “Made in Italy”.
Sul proprio profilo Instagram, lo stilista di Dolce & Gabbana ha postato un ringraziamento pubblico a Melania Trump, per aver indossato un loro abito in occasione del Capodanno in Florida.

landscape-1483453523-melania-trump-look

Apriti cielo! Una marea incontrollabile di commenti è piovuta sul post, cui sono seguiti articoli sui giornali stranieri. Ciò che in Italia può sembrare solo un semplice e furbo ringraziamento, ha assunto le vesti di un endorsement politico, con tanto di ipotesi di scelta in occasione della cerimonia per il mandato presidenziale del marito.
Il perché di questo clamore mediatico va ricercato nel fatto che moltissimi stilisti hanno dichiarato di non voler vestire la nuova First Lady. Un’opposizione sostenuta a suon di interviste e pubbliche prese di posizione .
La più agguerrita sostenitrice del boicottaggio di Melania Trump è senza dubbio Sophie Theallet, stilista francese che ha vestito numerose volte in passato Michelle Obama: con una lettera sui social network ha esposto la propria posizione, basata sull’inaccettabilità delle frasi razziste del neopresidente, per lei che è un’immigrata.
Se la clintoniana Diane von Furstenberg aveva esortato il Concilio della Moda Americana ad “abbracciare la diversità, avere ampie vedute”, la lista degli “anti Melania” è davvero lunga: Marc Jacobs, Derek Lam, Tom Ford, Phillip Lim, Carol Lim e Humberto Leon di Kenzo. Tutti convinti che la linea politica di Donad Trump sia incompatibile con i loro valori.
Insomma il guardaroba di Melania Trump continua a far notizia.
A spegnere in qualche modo il fuoco ci pensa la first lady stessa: la miliardaria ed ex top model Melania Trump acquista da sola gli abiti che indossa, senza dover chiedere favori a nessuno. Basta aprire il portafoglio.
Ha scelto e comprato personalmente il tubino nero da 3 mila euro di Dolce & Gabbana di questo Capodanno, la camicia pussy-bow Gucci da 800 euro del secondo dibattito Trump-Clinton, la tuta nera Ralph Lauren da 1.700 euro del terzo dibattito, l’abito bianco Roksanda da 1.900 euro del proprio discorso e probabilmente così farà per tutto il mandato presidenziale del marito. In buona pace dei suoi detrattori.

Paris Hilton su Instagram in stile bondage, nuda e legata. Pioggia di like dai fan

Paris Hilton fa incetta di like grazie ad alcune foto d’autore molto hot. Compleatamente nuda, o quasi, non fosse per un paio di tronchetti neri ai piedi e il filo del microfono che la avvolge stretta. Ritratta così nel nuovo numero del magazine americano ‘Rolling Stone’, tornando così a provocare il popolo della rete.

paris-hilton2-445x505

Lo scatto in stile bondage, postato su Instagram dalla bionda ereditiera e realizzato da DavidLa Chapelle, ha conquistato il web, guadagnando in poche ore decine di migliaia di like, insieme a un altro scatto da sexy batterista.
Non è la prima volta che Paris Hilton decide di mettersi a nudo per una rivista. Lo scorso anno, per ‘Paper Magazine’, destò scalpore facendosi immortalare di spalle e senza veli. Allora, la sexy ereditiera, 35 anni, indossava solo alcuni laccetti ad alto tasso erotico.

Le giornaliste di Vogue contro le fashion blogger: “Trovatevi un lavoro vero, siete la morte dello stile”

E’ scontro aperto tra le giornaliste di Vogue e le fashion blogger, aspramente criticate al termine della Milano Fashion Week. Al termine della settimana della moda milanese, infatti, sul sito di Vogue è apparso una sorta di report della manifestazione redatta dagli editor e nel quale vengono screditate le fashion blogger che hanno partecipato: “È una situazione schizofrenica, e non può essere positivo – scrive Sally Singer, Direttore Creativo Digitale del sito Vogue -. Nota per i blogger che cambiano da testa a piedi i loro outfit sponsorizzati ogni ora: Finitela.

chiara-ferragni-nuda-645

Trovatevi un altro lavoro. State dichiarando la morte dello stile”.
Come se non bastasse, si unisce alla critica anche Sarah Mower, Capo Critico dell’edizione online di Vogue: “Hai ragione Sally, la categoria dei Blogger, inclusi i fotografi di street style che le aspettano e adorano, è orribile. Ma ancor di più, è patetico come queste ragazze corrano continuamente su e giù per le sfilate, nel traffico, addirittura rischiando di essere investite, solo nella speranza di farsi fotografare”.
Rincara la dose Nicole Phelps, Direttrice di Vogue Runway: “Non è triste solo per queste ragazze che si pavoneggiano per i fotografi. È stressante, in egual misura, vedere quanti marchi partecipino al fenomeno accrescendolo”. Un attacco coordinato e sincronizzato: come risponderanno le fashion blogger a tutte queste critiche?

Anoressica, si salva dalla malattia facendo la webcam girl: “Mi ha dato fiducia”

Una webcam girl di 21 anni sostiene che spogliarsi e soddisfare le fantasie dei clienti in diretta web per otto ore al giorno le abbia salvato la vita, aiutandola a superare un disturbo alimentare.Jayme Jones ha sofferto per un anno di anoressia, passando da un peso di 70 kg a uno di soli 44 kg. Tutto ciò che ingeriva durante la sua giornata consisteva in un pomodoro e un foglio di carta per riempire lo stomaco: meno di 200 kcal.

1911492_webcam3

Nel giugno dello scorso anno, però, Jayme ha deciso di dare una svolta alla sua carriera, abbandonando il lavoro di commessa in un negozio di telefonia che le permetteva a fatica di pagare le bollette, ha acquistato una telecamera HD e grazie ad alcune conoscenze si è lanciata nel mondo delle webcam girl. Ora guadagna circa 66mila euro all’anno e riceve regolarmente preziosi regali dai suoi “ammiratori”. Tutto ciò le ha fornito una maggiore autostima, l’ha aiutata nella sua battaglia contro l’anoressia e a riacquistare peso.
L’ossessione di Jayme per il suo corpo è cominciata quando aveva 18 anni evoleva diventare una modella. “Pensavo di essere grassa, così ho iniziato a saltare i pasti e mangiare un pomodoro di tanto in tanto. Quando sentivo un vuoto allo stomaco mangiavo carta o stoffa, e quando dovevo mangiare per forza perché costretta da qualcuno avevo solo voglia di piangere e andare a vomitare”.Ma questo stile di vita ha cominciato lentamente a cambiare quando ha deciso di iniziare a mostrarsi in webcam: ha cominciato a sentirsi sexy, senza più badare al peso extra, e insieme al suo peso crescevano anche i clienti, arrivati a oltre cento al giorno. La famiglia e il fidanzato della 21enne supportano la sua scelta poiché notano in lei un grosso miglioramento, e la ragazza è consapevole che i soldi che sta guadagnando l’aiuteranno ad avere un futuro migliore in cui sogna un figlio.