Gigi, Bella, Kendall e Cara esagerano al Met

Immaginiamo un gruppo di amiche che si preparano per una festa. Nei giorni precedenti decidono vestiti e acconciature, si scambiano consigli sugli accostamenti, fanno le prove di trucco, si scattano selfie con gli accessori e si consultano tra chiacchiere e risate. Stavolta le amiche sono le supertop Kendall Jenner, Gigi e Bella Hadid, Cara Delevingne e la festa è il superevento Met Gala, vetrina delle esagerazioni per vip e celebrities.
E quindi succede che il tailleur Chanel argenteo di Cara Delevingne, che poteva già stupire per scollatura e colore, è niente in confronto alla sua “acconciatura” rasata e verniciata.

C_2_box_31023_upiFoto1F

Che Gigi Hadid con la sua mise retrò, creata per lei da Tommy Hilfiger, più adatta a un boudoir che a un red carpet (con tanto di autoreggente nera a vista), grazie al suo visetto angelico e curato, assuma l’aspetto di un outfit sofisticato. Che Kendall Jenner (s)vestita da La Perla in un gioco di maglie metalliche trasparenti e completamente aperte sul davanti faccia impalldire persino l’esagerata sorellona Kim Kardashian, regina delle precedenti edizioni del Met e stavolta inaspettatamente sottotono. Sarà anche questo l’effetto delle foto che hanno smascherato la sua cellulite facendole perdere 100 mila follower?
Ma veniamo a Bella Hadid, che ha scelto per questo red carpet una catsuit di Alexander Wang, che inglobava anche le scarpe. La silhouette perfetta e le parti intime semiesposte tra le trasparenze, a contrasto con l’acconciatura semplice e il make up delicato: una mise improponibile per chiunque. Cosa l’ha spinta a osare tanto? Pare, la presenza allo stesso evento del suo ex fidanzato, The Weekend, stavolta ufficialmente al braccio della sua nuova fiamma: Selena Gomez.

“Troppo bella e sexy per recitare”: il ​governo bandisce attrice 24enne da cinema e tv

Un corpo troppo sexy, vestiti troppo succinti: è questa la motivazione con cui il governo cambogiano ha deciso di bandire dal mondo dello spettacolo Denny Kwan, un’attrice 24enne, vietandole per un anno di girare film e di apparire in tv e chiedendo alle case di produzione di non farla lavorare. Una decisione che ha provocato indignazione in tutto il Paese, scatenando le proteste di varie associazioni femminili e per la parità di genere che accusano l’esecutivo di aver violato la Convenzione Onu sull’eliminazione di tutte le forme discriminatorie contro le donne.

2405822_Schermata_2017-04-27_alle_13_57_08

Denny, che ha recitato in diversi film e vanta oltre 300mila follower su Facebook, racconta di aver appreso online del provvedimento preso nei suoi confronti e di non capirne la motivazione: secondo lei si tratta di una punizione “mirata”. «In Cambogia ci sono attrici molto più sexy di me – ha detto al Phnom Penh Post – I ruoli erotici che ho interpretato io sono niente rispetto a quelli di altre mie colleghe. In ogni caso, so benissimo che è mio diritto vestirmi come voglio, ma la nostra cultura, la gente cambogiana, non riesce ad accettarlo. E io non voglio parlarne oltre, perché ogni mia parola potrebbe provocare altri effetti negativi: so solo che devo accettare questa decisione. Vorrà dire che ora cercherò di non essere sexy come invece sono quando posto le mie foto su Facebook». L’accusa nei suoi confronti è di aver violato il codice di condotta del 2010, varato per promuovere la “conservazione, il mantenimento delle arti, la cultura, la tradizione e l’identità della nazione”. Denny, che è la prima artista cambogiana a essere punita in base a quel codice, nel maggio dell’anno scorso era già stata richiamata all’ordine dal ministero della Cultura e delle Belle arti che l’aveva convocata per “rieducarla” e spingerla ad atteggiamenti meno sexy. «Mi hanno educato come si fa con una figlia – racconta la ragazza – ma io avevo detto che mi sarei riservata il diritto di continuare a vestirmi come volevo». Il provvedimento ha scatenato nel Paese le ire delle associazioni per la libertà delle donne. Il gruppo Gender and Development Cambodia ha attaccato il ministero sia per motivi etici che giuridici. «Non avevano il diritto di punirla – dice Ros Sopheap, direttore esecutivo – perché non esiste alcuna legge che vieti di indossare qualunque abito si voglia: il governo sta violando la Convenzione Onu sull’eliminazione di qualunque discriminazione verso il sesso femminile». E Thida Khus, capo di Silaka, gruppo per i diritti delle donne, definisce “spaventosa” la mossa del ministero: «Queste punizioni avvengono solo nei confronti delle donne, è una discriminazione di genere». Il ministero della Cultura, dal canto suo, si dichiara convinto di aver agito correttamente. Chamroeun Vantha, capo del consiglio disciplinare, ha detto che Denny è stata punita per non aver rispettato la promessa scritta fatta al ministero con cui si impegnava a non vestirsi in modo sexy: «I membri del consiglio hanno deciso di punirla vietandole per un anno di lavorare nel settore dello spettacolo, come ad esempio cinema, tv e karaoke». E Pon Putborei, portavoce del ministero degli Affari delle donne, ha dichiarato che, in quanto personaggio pubblico, la signorina Kwan non ha il diritto di indossare ciò che vuole: «Deve stare attenta ai valori della nostra cultura».

Jenny Scordamaglia, il look della conduttrice televisiva dà scandalo

Jenny Scordamaglia è molto nota agli utenti dei social e ai telespettatori americani. Il nude look che sfoggia durante le trasmissioni di Miami tv continuano a far discutere.

2273380_jenny_scordamaglia

La 28enne ha destato scandalo per essersi mostrata in tv seminuda e con vestiti trasparenti che lasciano ben poco all’immaginazione. La giovane utilizza i canali social per pubblicare selfie in topless che attirino l’attenzione degli internauti.

Sara Jean Underwood, una ex coniglietta alle Hawaii

C_2_fotogallery_3008720_1_imageReportage social super bollente dalle Hawaii per Sara Jean Underwood, Playmate Of The Month (luglio 2006) e Playmate Of The Year (giugno 2007) nella rivista Playboy, oltre che attrice di film e in diversi programmi televisivi americani. Negli scatti firmati da Steve Bitanga la sexy modella sfoggia le sue curve mozzafiato e pochi vestiti addosso…

Amal Clooney, 40.000€ di vestiti in 15 giorni

Donna di carattere, professionista affermata e dal grandissimo potete mediatico.
Amal Clooney è diventata negli ultimi anni uno dei personaggi più inseguiti dai paparazzi, da quando ha sposato George Clooney poi è considerata una vera potenza. Tanto cercata e chiacchierata, Amal non poteva non finire nell’occhio del ciclone.

amal-alamuddin_980x571

L’avvocato per i diritti umani è impegnata al momento sul caso dell’ex schiava dell’Isis Nadia Murad e sta portando il suo caso all’attenzione di tutti, tanto da aver intrapreso in quindici giorni un vero e proprio tour de force tra incontri all’Onu e happening in giro per il mondo. Durante i vari appuntamenti Amal Clooney, grande appassionata di moda, ha sfoggiato un guardaroba da regina, con prezzi da capogiro. Capi così costosi da far storcere il naso ai benpensanti, che l’accusano di esibire un look troppo sopra le righe nella sua lotta al fianco dei più deboli. Posto che coi suoi soldi, duramente e giustamente guadagnati, Amal Clooney può farci quello che vuole, se volete sapere quanto ha speso per gli outfit delle ultime due settimane, leggete tutti i dettagli (in euro) e sfogliate la gallery.

12 settembre
Dove: incontro con Nadia Murad a Stoccarda
Il look: tailleur Sonia Rykiel (1.240 e 905), borsa Dolce&Gabbana (1.365), scarpe Aquazurra (540), occhiali Salvatore Ferragamo (220)
Totale: 4.270€

16 settembre
Dove: discorso all’Onu a New York
Il look: abito Gucci (1.500), borsa Dolce&Gabbana (1.445), décolleté Giambattista Valli (885), occhiali Gucci (360)
Totale: 4.190€

Settembre 17
Dove: intervista alla NBC
Il look: maglione e pantaloni Altuzarra (455 e 1.050), scarpe Giambattista Valli (920)
Totale: 3.930€

19 settembre:
Dove: incontro col primo ministro canadese Justin Trudeau alle Nazioni Unite
Look: tailleur Max Mara (800)
Totale: 800€

20 settembre
Dove: discussione all’Onu insieme a George Clooney
Il look: abito Alexander McQueen (2.065), décolleté Prada (485), borsa Michael Kors (1.235), occhiali Heidi London (190)
Totale: 3.975€

20 settembre
Dove: incontro all’Onu sul genocidio degli Yazidi
Il look: abito Pierre Cardin vintage (comprato a un’asta per 1.380), borsa e scarpe Dolce&Gabbana (1.365 e 1.065)
Totale: 5.190€

21 settembre
Dove: conferenza stampa con Nadia Murad
Il look: abito Gucci (1.690), décolleté Giambattista Valli (885), borsa Dolce&Gabbana (1370), occhiali Gucci (290)
Totale: 4.235€

22 settembre
Dove: in giro per filantropia a New York
Il look: abito e borsa Proenza Schouler (685 e 1.540), décolleté Paul Andrew (510), occhiali Elizabeth & James (220)
Totale: 2.955€

25 settembre
Dove: briefing alle Nazioni Unite
Il look: abito e borsa Michael Kors (3.100 795), décolleté Dolce&Gabbana (1.065), occhiali Dolce&Gabbana (190)
Totale: 5.150€

TOTALE: 39.655€

I look del mese: cos’hanno indossato le star?

E’ difficile restare costantemente aggiornati su tutte le proposte fashion delle star. Dai red carpet allo street style, ogni giorno veniamo invasi da immagini di vestiti e accessori da celeb.

Doutzen-Kroes-abito-Michelle-Mason-sandali-Stuart-Weitzman

C’è la carta stampata, ci sono i social e i siti, gli eventi sono tanti e le occasioni per mostrarsi sono sempre sfruttate al meglio dai vip. Sorridenti sul tappeto rosso, ammiccanti nei selfie e inconsapevoli (forse) negli scatti rubati, le stelle spaziano dagli outfit più eleganti alle proposte più improbabili.

LUGLIO-Pedrotti-Kardashian-Stewart-Pausini-Rodriguez

Se luglio è infuocato le famose lo sono di più e danno libero sfogo al loro esibizionismo coi costumi più sexy. Se Kim e Kourtney Kardashian passano svestite la maggior parte dell’anno, l’ex gieffina Karia Pedrotti è una ventata di colore nel suo bikini all’uncinetto.
Più che promosse Laura Pausini e Miriam Leone con due outfit bonton dalle ampie gonne floreali al ginocchio.
Tra pelle e rouche la bella Kristen Stewart viene sormontata dal suo abito in seta mentre Blake Lively decide, per una volta, di non fasciare all’inverosimile il pancione che cresce.
La più sensuale di luglio è la top model Doutzen Kroes che mostra le gambe in un impalpabile vestito color bronzo.
Dolce e bellissimo il principe George, marinaretto nel suo outfit a righe scelto da mamma Kate.

I look del mese: cos’hanno indossato le star?

E’ difficile restare costantemente aggiornati su tutte le proposte fashion delle star. Dai red carpet allo street style, ogni giorno veniamo invasi da immagini di vestiti e accessori da celeb.
C’è la carta stampata, ci sono i social e i siti, gli eventi sono tanti e le occasioni per mostrarsi sono sempre sfruttate al meglio dai vip. Sorridenti sul tappeto rosso, ammiccanti nei selfie e inconsapevoli (forse) negli scatti rubati, le stelle spaziano dagli outfit più eleganti alle proposte più improbabili.

Giugno_Lima-Minogue-Pellegrini-Fontana-Chyna

A livello meteorologico è stato un giugno incerto e le stelle hanno spaziato dai bikini striminiziti… al cappotto.
Se a inizio mese, in vacanza in Costa Azzurra, Federica Fontana si è coperta con una giacca coloratissima, a Los Angeles Elisabetta Canalis si è fatta ritrarre col suo fisico perfetto a bordo piscina.
Sono state anche settimane di eventi mondani e le star hanno invaso il red carpet. Gabriella Pession ha sedotto col pizzo nero e le trasparenze, Kate Middleton ha brillato con un abito lavorato (e riciclato) rosa mentre Kylie Minogue e Sigourney Weaver hanno puntato tutto sul colore.
Bocciate Salma Hayek versione tigrona, Blac Chyna incinta e scollatissima e Adriana Lima gotica in tailleur-pantaloni.
Paris Hilton ha fatto sorridere con un look fumettoso e Bella Thorne ha infuocato gli animi col costume di paillettes.
Leziosa ma chic Pippa Middleton col vestito panna a fiori e baza frontale che lascia scoperte le spalle.
E’ invece un vanto nazionale Federica Pellegrini che per ricevere il tricolore in vista delle Olimpidi di Rio dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella era splendida nella divisa ufficiale blu.

Guenda Canessa in love, pranzo con la mamma e con il suo Pietro Aradori

L’occasione perfetta per incontrare la sua Guendalina Canessa e pranzare anche con la madre di lei a Milano è stata la trasferta sul campo dell’Olimpia. Per Pietro Aradori, però, il verdetto del campo non è stato positivo come la vita sentimentale: la Pallacanestro Reggiana, infatti, è stata sconfitta ieri sera 84-80 dall’EA7.Intanto, però, il 27enne cestista bresciano si è concesso un giorno di totale relax con l’ex gieffina, sua attuale compagna, di sette anni più grande di lui.

01-00310876000010

I due, vestiti in modo decisamente casual e comodo, hanno pranzato al St. Ambreus insieme alla mamma di Guendalina, e a giudicare dai teneri baci l’amore va a gonfie vele. La squadra di Reggio Emilia, nonostante la sconfitta con i diretti rivali milanesi, conserva comunque il secondo posto e ciò fa ben sperare in vista dei playoff. A fare il tifo per Pietro ci sarà sicuramente anche Chloe, la bimba che Guendalina Canessa ha avuto dalla relazione con Daniele Interrante.