Povia nudo su Fb scatena la polemica: “per risvegliare i ritardati”

Come mamma lo ha fatto per una causa ben precisa. Giuseppe Povia per lanciare la sua “proposta di servizio fotografico politico” (e il nuovo album) ha scelto due immagini scattate per ‘Vanity Fair’ nelle quali indossa solo un cappello e una camicia blu che nasconde le parti intime.

13427863_10154248061709670_8196057515476449333_n

Il cantante è apparso su Facebook, pubblicando un post provocatorio nel quale si propone, ironicamente, per quello che chiama un ‘servizio fotografico politico (per risveglio ritardati)”. “L’idea è di fare un calendario, io bagnato con i boxer di tutti i colori, poi nudo e abbronzato – scrive il cantante – Ad ogni mese i simboli di partiti nuovi e vecchi, con i relativi pensieri. Così rappresento la situazione media degli italiani raccontandogli un po’ di storia. Chi ha voglia di fotografarmi GRATIS? (mi scriva a ufficiostampa@povia.net)”.  “Sono le cose che piacciono ai ritardati e alle ritardate, abbassarsi al loro livello per portarle al mio no? – continua Povia – Invece per chi è “sveglio”: ordina il Cd NuovoContrordineMondiale a ufficiostampa@povia.net, spedizione via posta in 1 giorno. Autoprodotto e libero da ogni schema e multinazionale. #ScreditarmiPerAccreditarmi”.  A stretto giro di posta è arrivata la replica della rete, che ha stigmatizzato le parole del cantante etichettandole come ‘offensive’: “Hai qualcosa contro i ritardati? Perché mio fratello purtroppo lo è dalla nascita – scrive un utente – ma non si sarebbe mai sognato di scrivere un commento così offensivo”. Dello stesso parere un altro follower che condanna il gesto “incosciente” di Povia: “Dare del “ritardato” a chiunque è proprio da marmocchi ignoranti – commenta – E dato che tu sei adulto e vaccinato, ci si aspettava che avessi un minimo di coscienza. È evidente che così non è e che scrivere qualsiasi cosa, che siano insulti o complimenti, è inutile quanto dire a un bambino esaltato di smetterla di saltare nel fango”.  “Questo post era rivolto ai ritardati – ha aggiunto Povia – e vedo che al 90% è riuscito, grazie”.

L’abito per allattare? E’ quello di Naya Rivera

Come vi immaginate la mamma di un neonato di cinque mesi? Probabilmente incrostata di latte, molto assonnata e costantemente a cambiare pannolini. Allora è proprio il caso di ricredersi.

1935103_1203570949668035_5001757126915998416_n

Naya Rivera è quanto di più lontano dallo stereotipo della neo-mamma. Al Vanity Fair and Fiat’s Young Hollywood Celebration l’attrice si è aggiudicata il premio per la più sexy sul red carpet.
La star di Glee non si è fatta problemi a mostrare il fisico da urlo in tutto il suo splendore con un abito della pre-collezione primavera-estate di Tadashi Shoji. Fa sorridere pensare che il vestito è stato pensato dallo stilista per una candida sposa ma Naya Rivera ha deciso di togliere il corpetto in pizzo e abbassare di molto la scollatura.
Del resto la maternità è la naturale evoluzione del matrimonio.
Il focus del suo look è proprio il bombastico décolleté, in primo piano per la gioia dei fotografi. Il motivo di tanto esibito orgoglio? L’allattamento, che Naya Rivera loda su Instagram, attribuendogli il merito per questo seno perfetto.
Altro che coppette assorbilatte e antiestetici patacconi, questo sì che è l’outfit giusto per una veloce poppatina anche fuori casa. Sexy e funzionale.

Samantha Cameron si butta nella moda

Le First Lady e le teste coronate dei giorni nostri sono proprio delle modaiole. Da Kate Middleton a Letizia di Spagna fino a Michelle Obama e alla nostra Agnese Renzi, le signore che contano non perdono occasione pubblica per mettere in mostra i loro look studiatissimi e azzeccatissimi.

Samantha-Cameron-abito-Whistles-4

Non è da meno Samantha Cameron, moglie del primo ministro inglese David Cameron. Impeccabili le sue scelte di stile, che spaziano da top brand come Erdem, Preen e Peter Pilotto a marchi più accessibili come M&S. L’importante è che siano case di moda britanniche.
Chic e moderna, SamCam – così la chiamano gli inglesi – è stata anche votata quest’estate da Vanity Fair la donna meglio vestita del mondo. E, si sa, in questi casi la concorrenza è spietata.
Il suo ultimo outfit è perfettamente intonato al colore dell’autunno, l’arancione zucca. Al convegno del partito conservatore, Samantha Cameron è bon-ton con un abito smanicato al ginocchio. Firmato Whistles, il Marisa è caratterizzato da una fascia in nuance che cinge la vita. Ai piedi delle semplici pumps tortora.
Ma Samantha Cameron vuole di più che centrare il look agli eventi. Con un passato a tempo pieno nel mondo della moda, la First Lady ha lasciato la sua carica di direttore creativo da Smythson, brand inglese di pelletteria, nel 2010 per poter ricoprire al meglio il nuovo ruolo istituzionale.
Adesso si fanno insistenti le voci nel Regno Unito che vogliono Samantha prossima a lanciare la sua linea di abbigliamento.
Dal 10 di Downing Street, la residenza del Prime Minister, fanno sapere che Samantha Cameron al momento è molto impegnata con le sue associazioni benefiche. Non ci resta che aspettare la prossima London Fashion Week per scoprire se ci sono novità.

Martina dell’Ombra, la star del web dall’identità segreta: ecco chi è realmente

Chi è Martina dell’Ombra? Una youtuber, star del webl, pariolina (Roma nord) che dispensa consigli al popolo del web. Ma questo è solo il suo personaggio perché in realtà è ben altra persona. Si chiama Federica Cacciola, almeno secondo quanto scoperto dal giornalista di Vanity Fair Francesco Oggiano.

20151008_108441_11800147-497899910384552-8514678777398350099-n

Non è romana, ma siciliana di Taormina e nella vita fa l’attrice di teatro. Questa notizia potrebbe lasciar delusi i moltissimi fan che la seguono sui social network e che l’hanno resa un vero e proprio fenomeno della rete grazie ai suoi “kissini”, al suo amore per Salvini e alle prese in giro per quelli che lei definisce i “poveracci” al di fuori di Roma Nord.

20151008_108441_11899842-508524539322089-6801368143851604285-n

Online è stata ritrovata una sua biografia che recita così: “L’attrice e modella Federica Cacciola è nata nel 1986 a Taormina (ME). Lei s’appassiona all’arte sin da giovanissima, studiando sia pianoforte sia canto. A 15 anni, Federica inizia a recitare, grazie al Laboratorio teatrale “Latum”, dove conosce la tragedia Medea. In seguito lei frequenta a Milano l’Università Cattolica, laureandosi in Linguaggi dei media. Federica ha studiato recitazione e sceneggiatura prima con Gabriele Vacis, quindi alla New York Film Academy. Lei è fondatrice della Compagnia teatrale “LATobliquo”, attrice per vari cortometraggi o spot televisivi. Federica ha poi lavorato come script assistant e produttore esecutivo per il film Young Europe, del regista bolognese Matteo Vicino (vincitore del Premio per la Miglior Regia al MIFF 2012). Un suo testo drammaturgico, intitolato L’altra metà, è stato finalista al concorso nazionale INANE 2010. Recentemente, Federica ha potuto condurre la rubrica Invito a teatro, per Vera Television”. Come la vivranno da oggi in poi i suoi seguaci? Come reagiranno a questa scoperta? Per ora a farsi sentire è stata la stessa Martina (o Federica), con tre differenti post su facebook. Questo il primo:”​Signori era chiaro che questo momento prima o poi sarebbe arrivato. Ogni grande statista e uomo o donna di politica sa che più si diventa importanti più violenta si scaglierà la macchina del fango. E dunque alla fine anche io, come il grande Silvio Berlusconi, sono stata vittima della disinformazione del web e della stampa diffamatoria della sinistra, al fine di sabotare la mia campagna elettorale.
E’ chiaro che ormai il Paese è vittima degli pseudo giornalisti-che sperano di diventare i ricchi e famosi come Travaglio ma invece rimangono dei porelli- e dei giornalettini di gossip.
Comunque questo dimostra solo quanto forti e rivoluzionarie sono le mie idee e quanto io servo al Paese!
Accetterò con coraggio questa persecuzione come i grandi uomini tipo Nelson Mandela e Bettino Craxi e proseguirò con ancora più convinzione il mio super percorso politico! Continuate a sostenermi! KISSINI SPECIALIII A TUTTIIII Emoticon kiss Emoticon kiss Emoticon kiss” Poi ha proseguito difendendosi con forza e pubblicando anche un video: “Ciao a tutti!! È doveroso rispondere al vile attacco di disinformazione che si sta verificando nei miei confronti per screditare la mia credibilità e le mie idee!
Chiedo a tutti di sostegno nella campagna contro il ‪#‎giornalismoporello‬ che sta rovinano il web e l’informazione seria nel nostro Paese!!